Carabinieri, a Laives il 6° corso di “Safe and Secure Approaches in Field Environments” per il personale ONU

Laives (Bolzano). Si svolgerà domani, presso il 7° Reggimento Carabinieri “Trentino Alto Adige” di Laives (Bolzano) l’esercitazione conclusiva del 6° corso “Safe and Secure Approaches in Field Environments” (SSAFE) organizzato dall’Arma dei Carabinieri ,in collaborazione con la FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations) e con il Ce.S.I. “Centro Studi Internazionali” di Roma, rivolto al personale ONU (Organizzazione Nazioni Unite) in partenza per le missioni estere nei Teatri operativi a più alto rischio.

Giubbotti antiproiettile ed elmetti blu, tipici dei peacekeepers.

La finalità di questa nuova, rilevante iniziativa è la formazione del personale che opera in contesti ostili e in aree di crisi e vede la presenza di partecipanti che provengono dalla stessa FAO.

Il training audience è formato quindi da personale della FAO, tenendo in particolare cura anche il bilanciamento della proporzione gender tra i discenti e, per la prima volta, la 6^ edizione del corso vede tra i frequentatori anche personale dell’IFAD International Fund for Agricultural Development (Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo), l’Agenzia specializzata dell’ONU per l’incremento delle attività agricole dei Paesi membri nonché della IOM International Organization for Migration – Organizzazione internazionale per le migrazioni.

La giornata si svolgerà alla presenza del comandante della Divisione Unità Mobili Carabinieri, Generale di Divisione Maurizio Detalmo Mezzavilla e del Presidente del Ce.S.I., Andrea Margelletti che, al termine dell’esercitazione consegneranno gli attestati di partecipazione al corso al personale addestrato.

Il comandante della Divisione Unità Mobili Carabinieri, Generale di Divisione Maurizio Detalmo Mezzavilla

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore