Leonardo presente al DSEI (Defence Systems and Equipment International) di Londra

Londra. Leonardo partecipa a partire da domani e fino a venerdì al salone DSEI (Defence Systems and Equipment International) che si tiene a Londra presso l’Excel Centre. Dopo aver consolidato le proprie attività nel Regno Unito, Leonardo oggi è in grado di sviluppare ulteriormente il proprio business sia nel Paese sia nei mercati export, nonché di investire nelle migliori competenze e tecnologie.

Lo stand di Leonardo è suddiviso in quattro aree, ciascuna con una selezione di prodotti dedicati ad applicazioni terrestri, navali, aeronautiche e cyber. Al centro dello spazio espositivo, l’elicottero Wildcat AW159 rappresenta la capacità dell’azienda di fornire soluzioni complete che includono gli equipaggiamenti di bordo e i servizi di supporto.

Un elicottero Wildcat AW159

Nell’area “Command, Control, Communicate” sono presentati gli equipaggiamenti a supporto delle Forze Armate impegnate nelle operazioni terrestri. Basate su tecnologie e prodotti sperimentati sul campo, le soluzioni C4I (Command, Control, Communications, Computers and Intelligence) di Leonardo in mostra includono una torre per basi operative avanzate (Forward Operating Base) di pronto impiego operativo e sistemi di comunicazione terrestri e navali.

Inoltre, è esposta la riproduzione in scala del ponte di comando di una nave multiruolo che, grazie all’uso della realtà virtuale e del “cockpit navale” di nuova generazione, simula sensori e sistemi per la gestione integrata delle operazioni di conduzione della nave e del sistema di combattimento.

Nell’area “Sense, Engage and Protect” vengono illustrate le tecnologie elettro-ottiche, radar, laser e di munizionamento intelligente di Leonardo, che garantiscono ai clienti capacità di “situational awareness” allo stato dell’arte. Soluzioni di realtà virtuale, di addestramento avanzato e di supporto operativo sono, inoltre, in mostra nello spazio dedicato alla “Operational Readiness”, mentre nella quarta sezione “Unmanned Air Systems”, dedicata ai velivoli a pilotaggio remoto, Leonardo presenta l’elicottero HERO, specificatamente progettato per missioni terrestri e navali.

Leonardo è tra le prime dieci società al mondo nell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza e la principale azienda industriale italiana.

Operativa da gennaio 2016 come one company organizzata in sette divisioni di business (elicotteri, velivoli, aerostrutture, sistemi avionici e spaziali, elettronica per la Difesa terrestre e navale, sistemi di Difesa, sistemi per la Sicurezza e le Informazioni) Leonardo compete sui più importanti mercati internazionali facendo leva sulle proprie aree di leadership tecnologica e di prodotto.

Al di fuori dello stand, nello spazio dedicato alle attività terrestri, Leonardo presenta una demo della propria soluzione per implementare lo standard Generic Vehicle Architecture dell’Esercito britannico e sistemi per le Forze di terra. Nell’area statica “Rotary Park” sono esposti, inoltre, gli elicotteri Merlin Mk2 e Merlin Mk4 e, nei pressi, una Forward Operating Base.

Accanto alla fregata Type 23 attraccata al molo, saranno visibili gli elicotteri Wildcat e Merlin Mk4.

L’approccio collaborativo di Leonardo con l’industria e con il mondo dell’università e della ricerca è testimoniato a DSEI da un focus sulla partnership con Hensoldt nell’ambito del “team Skytale”, che ha portato all’aggiudicazione del contratto relativo a sistemi avionici IFF Mode 5 per l’identificazione amico/nemico che equipaggeranno oltre 350 piattaforme terrestri, aeree e navali britanniche. In stand anche un modello in scala del sistema laser a energia diretta (Laser Directed Energy Weapon – LDEW) per il Ministero della Difesa britannico, sviluppato nel contesto del consorzio UK Dragonfire tra MBDA, Leonardo, Qinetiq e altre aziende britanniche.

Impegnata a sostenere attivamente le politiche di sviluppo di occupazione qualificata nel Regno Unito, Leonardo partecipa al “DSEI People and Skills Day” in programma venerdì.

Gli ambasciatori Leonardo per il programma formativo STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) metteranno la propria esperienza a disposizione dei giovani, dando loro informazioni e consigli sulle implicazioni di una carriera nell’ambito delle discipline scientifiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore