Carabinieri, a Vicenza è iniziato il workshop sul traffico illecito nelle proprietà culturale

Vicenza. E’ iniziato, oggi è si concluderà venerdì, il workshop “Combating illicit cross-border trafficking in cultural property in the Mediterranean region”, promosso dalla Delegazione italiana presso l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, nell’ambito della Presidenza del Gruppo di Contatto Mediterraneo OSCE, in collaborazione con il CoESPU e il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC).

Corso a Vicenza su Combating illicit cross-border trafficking in cultural property in the Mediterranean region

Sono i 25 partecipanti, provenienti dagli Stati OSCE e dai Paesi partner per il Mediterraneo, tra i quali Algeria, Israele, Giordania, Tunisia, Egitto, Albania, Grecia, Montenegro, Spagna, Turchia, Armenia, Bosnia, Serbia, Libano sono funzionari ed esperti operativi delle istituzioni coinvolte nella gestione e sicurezza dei confini e nella protezione dei beni culturali.

Il workshop sarà dedicato ad analizzare, con specifico focus sull’area del Mediterraneo, la prospettiva italiana sulla protezione della proprietà culturale, i risvolti di natura penale relativi al traffico illecito di beni culturali, la cooperazione internazionale di polizia con lo studio delle indagini che hanno portato al recupero dei 17 capolavori sottratti, il 17 novembre 2015, dal Museo di Castelvecchio di Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Autore