Accademia Aeronautica, tutte le informazioni per partecipare al concorso per l’ammissione alla 1^ classe di 81 allievi

Pozzuoli (Napoli). Uno dei primi passaggi che un candidato ad un concorso pubblico deve fare è la lettura, approfondita, del bando. Lì, infatti, viene spiegato tutto.

Bando AM Zodiaco V per stampa-2

Per quanto riguarda l’ammissione di 81 allievi alla 1ª classe dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica per l’anno accademico 2018/2019, il cui termine scadrà il prossimo 8 febbraio, Report Difesa ha chiesto al Tenente Colonnello Michele Aversa, capo Ufficio Concorsi dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli (Napoli) di illustrare una sorta di “manuale” d’uso per i candidati.

La sede dell’Accademia di Pozzuoi

Il primo passaggio è quello di registrarsi sul portale dei concorsi on line del Ministero della Difesa (questo è il sito: https://concorsi.difesa.it).

Successivamente è possibile fare la domanda di partecipazione. Lo si fa seguendo le procedure che il sito richiede. Il candidato con il suo nickname o il suo username e la sua password poi può accedere alla pagina del portale e decidere a quali concorsi intende partecipare. Nel compilare la domanda dovrà inserire tutte le informazioni richieste.

Dal momento che viene fatto l’invio, al candidato resterà copia nella sua area privata ed il numero della ricevuta della domanda inviata.

Una copia arriva all’Ufficio Concorsi dell’Accademia che, su delega della Direzione Generale per il Personale Militare, provvede alla gestione delle varie fasi del concorso.

Sono più alte le domande da parte dei ragazzi (80% circa) che delle ragazze (20% circa).

“La maggior parte delle richieste – spiega il Tenente Colonnello Aversa – è per il ruolo piloti (circa il 42%) anche qui la statistica vede una maggiore richiesta da parte dei maschi (88%). Alcuni ruoli sono più a connotazione ‘maschile’ altri ‘femminile’. Ad esempio per il ruolo sanitario spesso si registra una divisione a metà tra i candidati dei due sessi o le donne hanno un leggero vantaggio (lo scorso anno 54%). Tutto questo poi si riflette anche sui futuri arruolamenti”.

E a proposito di arruolamento, per chi è già frequentatore delle Scuole Militari ci sono dei posti riservati? “Nell’appendice Aeronautica Militare al bando di concorso – risponde l’ufficiale – sono indicati tutti i posti riservati. Ad esempio per i 10 posti a concorso per il ruolo armi, due posti (pari al 20%) sono destinati agli allievi della Scuola Aeronautica Giulio Douhet di Firenze, un altro posto (vale a dire un altro 10%) viene distribuito alle altre Scuole militari dell’Esercito e della Marina”.

Ma concretamente cosa accade? Accade che il criterio della riserva dei posti si applica alla fine del concorso. La riserva di posti è soddisfatta conteggiando tra i concorrenti eventualmente beneficiari della stessa anche coloro i quali si sono collocati in posizione utile nella graduatoria di merito.

Per meglio chiarire facciamo un esempio:  ipotizziamo che nei primi 10 posti della graduatoria del ruolo armi si collochino già per merito allievi provenienti dalle Scuole militari nelle quote riservatarie previste dal bando. In questo caso la riserva dei posti viene soddisfatta e non vengono presi altri canditati che si trovano sotto il decimo posto. Viceversa, se tra i primi 10 della graduatoria del ruolo armi non ci sono candidati provenienti dalle Scuole militari, passano gli altri provenienti sempre dalla citate Scuole, ammesso che ve ne siano tra coloro che si sono collocati dall’’undicesimo posto fino all’ultimo della graduatoria.

Vengono scelti i primi due della Douhet ed il primo meglio classificato delle altre Scuole militari in base al punteggio finale ottenuto dalle varie prove.

La riserva per chi proviene dalle Scuole militari opera solo per i diplomandi del 2018. Per gli altri che si sono diplomati negli anni precedenti viene applicato un titolo di preferenza. Ovvero a parità di merito ed a parità di altre condizioni possono precedono gli ex aequo. La riserva dei posti è prevista dal Codice dell’Ordinamento Militare (D.Lgs. 66/2010).

Al concorso per l’Accademia Aeronautica possono partecipare anche i volontari in ferma prefissata (Vfp) delle varie Forze armate, ufficiali e allievi ufficiali in ferma prefissata, allievi marescialli dell’Aeronautica e delle altre Forze Armate. Il limite è l’età. Per il ruolo dei piloti il limite massimo è 22 anni. Per gli altri ruoli il bando di concorso prevede che il limite dei 22 anni possa essere aumentato fino a un massimo di tre anni, qualora si sia prestato o stia prestando servizio militare nelle Forze Armate. L’eventuale periodo trascorso in qualità di allievo delle Scuole Militari non è utile per l’elevazione del limite di età.

Presso l’Aeroporto militare di Guidonia (Roma) ha sede anche il Centro di Selezione dell’Aeronautica Militare, dove si svolge la maggior parte delle prove di tutti i concorsi dell’Arma azzurra, ivi compresa la prima prova del concorso di cui stiamo parlando: la prova scritta di preselezione. Ad eccezione delle visite mediche e di una prova specifica per il corpo sanitario, le altre prove per l’Accademia si svolgono nell’Istituto. Sul bando è già stato pubblicato il calendario della preselezione: per ogni sessione sono scritte le lettere dell’alfabeto corrispondenti alle iniziali del cognome dei candidati previsti.

Il primo test da superare per il candidato è quello di rispondere a 60 domande a risposta multipla suggerita, alcune di cultura generale altre logico-deduttive. È stata pubblicato on line il database di 4.000-4.500 quesiti di cultura generale, non sono pubblicate, invece, le domande logico-deduttive. Non sono state inserite le risposte.

La somministrazione e la correzione avvengono in modo assolutamente anonimo.

Dopo le varie sessioni, quest’anno sono sei, una di mattina ed un’altra di pomeriggio, la Commissione, per ognuno dei ruoli a concorso, elabora una graduatoria a seconda del punteggio conseguito.

Il bando stabilisce, per ogni ruolo a concorso, il numero dei candidati idonei che vengono sottoposti agli accertamenti psicofisici (ovvero le visite mediche).

Nel corso delle visite mediche vengono misurati, tra gli altri, dati antropometrici e di massa corporea. Non c’è più il limite dell’altezza ma i medici verificano i parametri fisici correlati alla composizione corporea, alla forza muscolare e alla massa metabolicamente attiva per capire se la costituzione fisica di un candidato è proporzionale.

I candidati idonei alle visite mediche sono chiamati poi in Accademia per sostenere la prova scritta di italiano (tema). Chi supera questa prova passa a fare un periodo di tirocinio, di circa 2 settimane, durante le quali i candidati sperimentano praticamente la vita dell’allievo e qui vengono sottoposti anche alle prove sportive per le quali il consiglio è di allenarsi prima di presentarsi.

Due sono obbligatorie, da superare assolutamente, pena l’esclusione: mille metri di corsa con un limite di 4 minuti e 20 secondi per gli uomini e 5 minuti per le ragazze e 25 metri di nuoto in 30 secondi per gli uomini e 35 per le donne.

Le prove sportive facoltative sono le trazioni alla sbarra, la corsa piana di cento metri e gli addominali.

Un momento delle prove

Le altre fasi del tirocinio riguardano accertamenti psicoattitudinali, osservazione comportamentale, valutazione dell’attitudine al lavoro di gruppo. Chi supera il tirocinio accede alla prova scritta di lingua inglese. Gli idonei a tale prova sostengono la prova orale di matematica, con cui normalmente si conclude il concorso. ad eccezione di coloro i quali devono sostenere la prova orale facoltativa di ulteriore lingua straniera e dei piloti che effettuano ulteriori indagini strumentali (risonanza magnetica) per escludere la presenza di imperfezioni ed infermità che sono causa di inidoneità al pilotaggio (ad esempio ernie e protrusioni discali).

Per quanto riguarda la presenza di tatuaggi sui corpi dei candidati lo stesso bando di concorso stabilisce nella parte dell’appendice che “sarà giudicato inidoneo il candidato che presenti tatuaggi visibili con ogni tipo di uniforme (per le donne anche con gonna e scarpe a décolleté). Compresa quella ginnica (pantaloncini e canottiera)”.

Insomma, sono tanti gli aspetti che un aspirante ufficiale deve conoscere e quindi attraverso il bando di concorso o scrivendo all’email dell’Accademia li potrà soddisfare.

Guida concorso gennaio 2018 per web-2

Il giuramento di allievi dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore