Afghanistan: il contingente italiano dona alimenti alla popolazione

Herat. Il contingente italiano di “Resolute Support” in missione in Afghanistan, ha donato alle comunità di Guzarah e Injil, località della provincia di Herat, 550 Food kit contenenti generi alimentari di prima necessità (riso, farina, legumi, olio, zucchero, oltre a coperte) da destinare alle famiglie indigenti.
Il contingente italiano è attualmente a guida 132^ Brigata corazzata “Ariete”, ha effettuato la donazione dei Food kits presso Camp Arena, sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), alla presenza delle autorità locali dei due distretti e del Comandante del TAAC-W, Generale di Brigata Enrico Barduani.

Il capo distretto di Injil ringrazia il Comandante del TAAC-W

Il TAAC-W è un Comando NATO a guida italiana in cui operano uomini e donne dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica Militare, della Marina Militare e dell’Arma dei Carabinieri. E’ responsabile nell’ambito dell’operazione “Resolute Support” della parte occidentale dell’Afghanistan, che comprende le province di Herat, Badghis, Farah e Ghor, per un’estensione territoriale pari all’intero Nord Italia e una popolazione di oltre tre milioni e mezzo di abitanti. È composto da militari di 8 nazioni (Albania, Ungheria, Lituania, Romania, Slovenia, Ucraina, Stati Uniti d’America, oltre all’Italia) che operano con l’obiettivo di contribuire all’addestramento, all’assistenza e alla consulenza in favore delle Istituzione e delle Forze di Sicurezza Afgane, impegnate nella creazione di adeguate condizioni di sicurezza e prosperità per la popolazione locale.

Il Comandante del TAAC W consegna i Food Kits ai capi distretto di Guzarah e Injil

Il personale della Cooperazione civile e militare del TTAC-W ha organizzato e condotto l’operazione e rientra nell’ambito dei numerosi progetti di assistenza umanitaria promossi dall’Italia in favore della nazione afgana. Infatti oltre alle attività di addestramento, consulenza ed assistenza alle Forse di sicurezza afgane, il supporto alla popolazione rientra fra i compiti del nostro contingente, per incrementare funzionalità e capacità di autosostenersi.
“Con questo piccolo contributo – ha affermato il Generale Barduani – il contingente italiano vuole ulteriormente dimostrare la vicinanza e il sostegno alla popolazione afgana impegnata nel difficile percorso di normalizzazione e di crescita della propria società.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore