Afghanistan, l’avanzata dei talebani nella provincia di Helmand

Kabul. Non si ferma l’avanzata dei talebani in Afghanistan. Oggi hanno raggiunto una località strategica di Sangin, nella provincia di Helmand. I talebani da un anno stavano cercando di prendere possesso del luogo. La notizia è stata prima data da fonti degli insorti e poi confermata dal Governo alla catena televisiva Tolo Tv.

Insorti talebani combattono contro l’Esercito afghano.

“Le Forze di sicurezza – ha riferito la Tv – hanno evacuato il centro di Sangin e si sono trasferiti in una base militare a circa 3 chilometri da lì, dopo duri scontri contro gli insorti”.

L’aviazione afghana ha bombardato le installazioni militari poco dopo l’evacuazione dei soldati, la notte scorsa. Fonti militari parlano di una mancanza di rinforzi per tenere le postazioni. Da parte loro le autorità di Kabul non hanno dato nessun annuncio ufficiale.

Da alcuni mesi si stava registrando l’avanzamento dei talebani nella provincia di Helmand (Afghanistan meridionale). Lo dimostravano i continui attacchi degli insorti contro installazioni militari ed i posti di Polizia. In verità, un attacco in grande stile lo si aspettava per l’inizio di quest’anno, ma poi grazie all’arrivo di 600 militari ad Helmand, alla fine di gennaio è stato possibile evitare che ciò avvenisse e l’Esercito di Kabul ha potuto rispondere agli attacchi. La grande preoccupazione è che ora, con l’arrivo della primavera, i talebani potrebbero avanzare di nuovo.

La perdita di Sangin è di particolare importanza simbolica per gli Stati Uniti e per il Regno Unito, i cui Eserciti hanno perso qui molti soldati rispetto a qualsiasi altro luogo in Afghanistan. Infatti, dall’inizio dell’intervento USA, dopo l’11 settembre, Sangin è divenuta la provincia che ha avuto più attacchi e che si è dimostrata la più difficile dal punto di vista strategico nel sud del Paese. Qui infatti i talebani sono attivi nel traffico di droga.

Un momento dei precedenti scontri a fuoco con i talebani a Sangin.

La Gran Bretagna ha preso sotto il suo controllo la provincia di Helmand nel 2006, quando la missione ISAF si estese fuori di Kabul. E poi, nel 2010, Sangin passò sotto il controllo dell’Esercito afghano. I britannici hanno subito gravissime perdite (si parla di un terzo di quelle che hanno avuto in tutto il Paese).

Fu poi la volta dei Marines americani che, nel 2013, andarono a sostenere gli alleati britannici. Ma anche per loro furono giorni terribili, con forti perdite.

Autore