Africa, allarme FAO per la mancanza di cibo in Nigeria e Lago Ciad

New York. In Africa, la situazione legata alla mancanza di cibo in Nigeria e nel bacino del Lago Ciad preoccupa la FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura.

L’organismo dell’ONU si è appellato alla comunità internazionale ad azioni immediate per proteggere milioni di famiglie che vivono di agricoltura, allevamento di bestiame e pesca per la propria sussistenza.

La mancanza d’acqua e di cibo preoccupa molti Paesi africani.

Più di 7 milioni di persone non riescono a sviluppare il proprio settore di lavoro e 515 mila minori sono denutriti.

Per gli agricoltori, ha evidenziato la FAO, è fondamentale contare sulle semine e su un appoggio per la prossima stagione del settore allevamento, che comincerà a maggio.

La crisi ha colpito anche il Camerun, il Ciad, il Niger e la Nigeria. C’è bisogno di un investimento di 232 milioni di dollari per i prossimi tre anni per rispondere a questa emergenza.

Il fattore scatenante, per la FAO, è la guerra con Boko Haram che porta ad una situazione di grave insicurezza alimentare.

Autore