Brasile, in arrivo 120 militari al confine con il Venezuela per il controllo dell’immigrazione clandestina

Brasilia. E’ sempre più emergenza sicurezza al confine tra il Brasile ed il Venezuela. Le autorità di Brasilia hanno deciso di inviare, entro questa settimana, 120 militari per rinforzare il sistema di sicurezza alla frontiera dello Stato di Roraima.

Il confine tra Brasile e Venezuela

Ufficialmente il loro impiego sarà per la lotta contro il traffico di droga e di armi ma anche dell’immigrazione illegale.

Controlli militari alla frontiera

Attualmente la frontiera è aperta ma i controlli sono più stringenti.

Ogni giorno entrano in Brasile una media di circa 500 venezuelani. Circa 4 mila già vivono in alloggi, alcuni costruiti velocemente dall’Esercito. Qualche altro migliaio è accampato o vive nelle strade chiedendo l’elemosine nella capitale dello Stato, Boa Vista.

Su tutta questa vicenda si inserisce la campagna elettorale in vista delle elezioni presidenziali di ottobre.

Lo scorso lunedì il Governo dello Stato di Roraima aveva chiesto, per la seconda volta, al Tribunale Supremo di bloccare seppure temporalmente la frontiera. Ed aveva insistito per installare una “barriera sanitaria” per evitare il propagarsi di malattie già presenti in Brasile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore