Cacao, Costa d’Avorio e Ghana firmano patto per aumentare la produzione

Abidjan. Costa d’Avorio e Ghana aumenteranno la produzione di cacao, coordinando al meglio le rispettive strategie produttive.

Costa d’Avorio e Ghana firmano accordo per aumentare la produzione di cacao

Entrambi Paesi dell’Africa occidentale, Cista d’Avorio e Ghana insieme controllano circa il 60% dell’offerta del prodotto. Ma entrambi soffrono perché il cacao soffre per la volatilità dei prezzi, tanto che, in meno di un anno, ha perso un terzo del suo valore.

Tale repentino calo dei prezzi ha inciso pesantemente sulla bilancia commerciale dei due Paesi, al punto che la Costa d’Avorio è stata costretta ad abbassare il prezzo garantito ai produttori, portandolo da 1,100 (1,6 euro) a 700 franchi Cfa per chilogrammo, il più grande calo dal 2012.

Questa intesa cade in un momento particolare nell’economia africana.

Infatti, l’Organizzazione internazionale del cacao (International Cocoa Organization; https://www.icco.org) che dal 1973 ha sempre avuto sede a Londra, ha deciso di trasferire i suoi uffici in Africa e, da martedì scorso, ha aperto la sua rappresentanza ad Abidjan, capitale ivoriana e da due giorni la capitale del cacao.

In questo contesto, i due Paesi terranno frequenti riunioni e daranno vita a un Comitato tecnico congiunto per analizzare le migliori strategie di produzione e garantire che i prezzi siano abbastanza alti da permettere ai coltivatori di continuare la produzione senza rimetterci.

Autore