Carabinieri: operazioni antimafia del ROS a Catania, Ancona, Perugia e Reggio Calabria. Cinque arresti

Catania. Su delega della Procura Distrettuale di Catania, i Carabinieri del ROS (Raggruppamento Operativo Speciale) hanno eseguito, oggi, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le indagini preliminari (GIP) del Tribunale etneo.

Operazione antimafia dei Carabinieri del ROS

Il provvedimento è stato preso su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia (DDA), nei confronti di 23 persone, ritenute appartenenti alla famiglia Santapaola-Ercolano.

L’intervento della Procura catanese è scaturito dopo un’articolata attività d’indagine avente ad oggetto 23 omicidi (tra cui un triplice omicidio, due duplici omicidi e complessivi 3 casi di cosiddetta “lupara bianca”), commessi tra la fine degli anni ’80 ed il settembre 2007.

L’indagine, denominata” Thor”, è stata avviata nell’aprile del 2018, all’indomani della collaborazione con la giustizia di Francesco Squillaci, già considerato “uomo d’onore” della famiglia Santapaola-Ercolano.

Le sue dichiarazioni , spiega una nota della Procura, sono state riscontrate con altre.

Intanto, dalle prime ore di oggi, sempre i Carabinieri del ROS stanno eseguendo, nelle province di Ancona, Perugia e Reggio Calabria, un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura Distrettuale Antimafia di Ancona, nei confronti di tre professionisti marchigiani e di un imprenditore calabrese per i reati di riciclaggio e autoriciclaggio commessi con l’aggravante mafiosa.

Sono contestualmente in corso decine di perquisizioni con l’impiego di oltre 100 militari dell’Arma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore