Colombia, le FARC si ritirano dalle elezioni presidenziali. Il loro candidato Timochenko è stato operato al cuore

Bogotà, Le FARC (Forze armate rivoluzionarie della Colombia) perdono uno dei loro candidati importanti per le elezioni presidenziali dell’11 marzo. Oggi è stato, infatti, annunciato che Rodrigo Londoño Echeverri, detto Timochenko (Timo), si è ritirato per ragioni di salute.

Rodrigo Londoño (Timochenko) leader delle FARC

Esponenti del gruppo che per tanti anni ha combattuto contro le istituzioni colombiane, provocando morti e distruzioni di villaggi, attentati hanno spiegato che “circostanze ampiamente conosciute dall’opinione pubblica sul processo di recupero del nostro candidato Timo dopo l’intervento chirurgico praticato ieri, insieme a quelle già citate sulle caratteristiche del concorso elettorale ci hanno portato a declinare le nostre aspirazioni presidenziali”.

Guerriglieri FARC

Le FARC ringraziano Timo e la sua vice Imelda (formula vicepresidenziale) per aver accettato la nostra richiesta.

Timochenko è stato operato proprio ieri per un disturbo cardiaco diagnosticato all’inizio del mese. Dopo cinque ore di intervento chirurgico, l’intervento presso la clinica Shaio di Bogotá si è concluso senza alcun problema per il paziente, Le FARC proseguiranno nella campagna elettorale, con propri candidati, per il Senato e alla Camera.

Come stipulato negli accordi dell’Avana del 2016, a loro saranno garantiti 10 seggi speciali al Congresso: cinque al Senato e cinque alla Camera, indipendentemente dal voto che otterranno l’11 marzo.

colombia. accordo di pace governo-farc

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore