Covid-19, partiti da Palermo 8 tonnellate di dispositivi di protezione individuale per 4 città siciliane

Palermo. Sin dalle prime fasi dell’emergenza sanitaria dichiarata dal Governo Conte, l’Esercito è stato costantemente e quotidianamente impegnato in Sicilia nel supporto alla Protezione Civile e alle istituzioni regionali.

Oggi, sono partiti dall’aeroporto di Boccadifalco, sede centrale della Protezione Civile della Regione Sicilia a Palermo, 4 convogli del Reggimento logistico “Aosta” dell’Esercito, diretti rispettivamente a Catania, Messina, Ragusa e Siracusa per consegnare 8 tonnellate, per un totale di 30 metri cubi, di dispositivi di protezione individuale (DPI), costituiti da mascherine, camici, guanti e altri presidi medico-chirurgici, velocizzandone così l’immediata distribuzione agli enti ed istituzioni individuati dalle competenti autorità centrali.

I pacchi con i DPI per le città di Messina, Catania, Ragusa e Siracusa

Ogni giorno e con più sortite, velivoli dell’Esercito, dell’Aeronautica Militare, della Guardia Costiera e della multinazionale italiana Leonardo atterrano negli scali di Palermo e Catania per accelerare la terminalizzazione di quanto necessario a fronteggiare la pandemia da Covid-19.

Grande l’impegno dell’Esercito a fianco della Protezione civile per l’emergenza Covid-19

Le unità della Brigata “Aosta” sono state chiamate su più fronti a fornire il proprio contributo nella gestione della più grave crisi nazionale dal dopoguerra ad oggi, a conferma del ruolo strategico delle Forze Armate, quale strumento al servizio della comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore