Difesa, a Bologna firmato protocollo d’intesa Ministero-Comune per razionalizzare e valorizzare gli immobili militari presenti nel territorio

Bologna. Il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini ha firmato, ieri a Bologna, un protocollo d’intesa con il sindaco Virgilio Merola per la razionalizzazione e la valorizzazione di immobili militari sul territorio del Comune felsineo.

L’intervento del ministro della Difesa, Lorenzo Guerini

“Un traguardo raggiunto grazie al confronto, al dialogo e alla sinergia tra la Difesa e la città di Bologna e rappresenta un’occasione di sviluppo e di rilancio dell’economia locale – ha spiegato il ministro -. La riqualificazione delle strutture militari non più necessarie alle Forze Armate consentirà negli anni di ridurre in modo significativo il numero degli immobili in diverse città italiane. È importante che le diverse amministrazioni lavorino insieme per il Sistema Paese e per migliorare la qualità di vita dei nostri cittadini”.

Alla firma del protocollo erano presenti, inoltre, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito Salvatore Farina, l’assessore all’Urbanistica Valentina Orioli e il direttore della Task Force Immobili, Brigadier Generale Giancarlo Gambardella.

La Difesa e il Comune di Bologna hanno dato così avvio a un rapporto di collaborazione con la razionalizzazione e la valorizzazione della caserma “Perotti” e dell’“Ex Stamoto”.

Con questo Protocollo la città rientra nella disponibilità di un’importante parte del territorio urbano, circa 200 mila metri quadrati di superficie, da riqualificare e mettere a disposizione dei cittadini.

Il processo di razionalizzazione degli immobili è stato delineato dal ministro Guerini nelle linee programmatiche del Dicastero e sta proseguendo grazie all’attività che la Task Force Immobili sta conducendo in collaborazione con l’Agenzia del Demanio e di Difesa Servizi SpA.

Il Ministero della Difesa sta favorendo sempre più ampie intese con altri Dicasteri, Enti territoriali e pubblici competenti, stimolando ed incentivando iniziative e progetti di rigenerazione, riqualificazione e valorizzazione di siti militari, dismessi o ancora in uso, così da contribuire la ripresa dell’industria immobiliare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore