Droga, operazione dei Carabinieri in provincia di Lecce. Legami la malavita barese e criminali albanesi. Cinquantacinque le persone indagate

Lecce. I Carabinieri della Stazione di Specchia (Lecce) con il supporto del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Tricase (Lecce) hanno smantellato un fiorente canale di approvvigionamento della droga in arrivo nel Salento e riconducibile anche ad esponenti di un agguerrito clan malavitoso barese che si riforniva da albanesi.

Operazione antidroga a Lecce dei Carabinieri

L’Operazione denominata “Short Message” vede indagate 55 persone. Le indagini sono durate da ottobre 2015 a dicembre 2017 ed hanno consentito di documentare le attività delinquenziali di 2 distinte associazioni finalizzate al traffico di sostanze stupefacenti.

Una era attiva sui territori di Tricase e Tiggiano, con ramificazioni nel capoluogo brindisino ed a Terlizzi (Bari) ed era dedita alla gestione del traffico di droga: cocaina, eroina, marijuana ed hashish. Ed operava sulle piazze di spaccio di numerosi comuni della provincia di Lecce.

Spaccio di droga nel Salento

L’altra operava a Taurisano (Lecce) e Corsano (Lecce) e riguardava, principalmente il traffico e lo spaccio di eroina nei paesi del basso Salento, gestito da esponenti della criminalità del quartiere 167 della città di Lecce.

L’indagine, supportata da attività tecniche e con il sostegno tecnico-logistico della Direzione Centrale Servizi antidroga, è stata sviluppata mediante numerose attività che hanno consentito, nel tempo, di riscontrare le attività criminali. Hanno consentito di effettuare 13 arresti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed il sequestro di ingenti quantitativi di droga, nonché di una pistola Walther Ppk calibro 7,65 e relativo munizionamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore