Esercito, da domenica al via i CaSTA 2019. Location: le montagne dell’alta Pusteria e del Cadore

Bolzano. I Campionati sciistici delle Truppe Alpine (CaSTA) sono giunti, quest’anno, alla 71^ edizione. Inizieranno domenica prossima a San Candido (Bolzano) e si concluderanno, dopo numerose gare, il 23 febbraio.

La gara dei plotoni ai CaSTA 2018

L’area di svolgimento dei campionati sarà l’alta Pusteria ed il Cadore. Quest’anno, infatti. i CaSTA si terranno anche nel comune di Auronzo (Belluno).

Lunedì prossimo si terrà a Dobbiaco una conferenza sulla sicurezza in montagna dal titolo “Soccorso in valanga organizzato un integrazione tra componente militari e Protezione Civile” tenuta da tecnici del settore alla quale parteciperanno anche ditte specializzate in materiali.

Il 19 febbraio a Dobbiaco si esibirà la fanfara della Brigata Alpina “Julia”.

Il comandante delle Truppe Alpine, Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto ed il coordinatore delle attività Colonnello Paolo Sardi nel presentare, ieri alla stampa, hanno evidenziato come questi Campionati, storicamente siano nati per valutare l’addestramento dei soldati da montagna si “sono evoluti nel tempo fino a diventare un importantissimo momento addestrativo da un lato ma di condivisione di tecniche alpine dall’altro”.

Il Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto ed il coordinatore delle attività Colonnello Paolo Sardi

“Quest’anno – hanno aggiunto – oltre alle tante gare che vedranno impegnati quasi 2 mila militari in sette giorni in Alto Adige ed in Veneto, i Campionati si caratterizzeranno anche per una esercitazione tecnico-tattica che vedrà l’impiego di moltissimi assetti come espressione tattica dell’Esercito ed un’esercitazione di soccorso in montagna dove verranno messe in condivisione esperienze provenienti dai tanti soggetti che concorrono alla sicurezza alpina”.

Il comandante delle Truppe Alpine, Generale di Corpo d’armata Berto con il responsabile del Bergrettung

Opereranno assieme ai militari anche il personale del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico, quello del Bergrettung, i Vigili del
Fuoco del Veneto assieme alcune squadre di Protezione Civile espressione dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA), insieme al Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e dei Carabinieri.

Si tratta di una squadra eterogenea con un unico fine, ovvero quello di essere pronta per portare soccorso ai cittadini in pericolo in ambiente alpino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore