Esercito, graduato deteneva illegalmente anabolizzanti. Tolleranza zero della Forza Armata

Caserta. In merito alla notizia pubblicata da alcuni organi di stampa, relativa all’adozione di misure cautelari nei confronti di un militare da parte della Procura di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) per possesso illegale di sostanze
anabolizzanti, l’Esercito, esprimendo profondo sdegno e condanna, ha immediatamente sospeso il graduato dal servizio e da ogni iter concorsuale a cui lo stesso aveva aderito.

Palazzo Esercito

Laddove le accuse fossero confermate, si legge in una nota diffusa dalla Brigata Bersaglieri “Garibaldi”, “si tratta di un comportamento indegno e inaccettabile, ancor più aggravato per uomini e donne che indossano l’uniforme e rappresentano lo Stato”.

Confermando totale condanna e pieno rigore nel perseguire i comportamenti che violano i principi e i valori su cui si fonda l’Istituzione e assicurando la massima collaborazione e trasparenza con gli organi inquirenti, prosegue la nota “l’Esercito esprime la totale intransigenza, tolleranza zero, nel contrastare tali inammissibili condotte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore