Esercito, il Colonnello Gianluca Zulini è il nuovo comandante del 232° Reggimento Trasmissioni di Avellino

Avellino. Il Colonnello Gianluca Zulini è il nuovo comandante del 232° Reggimento Trasmissioni di Avellino e prende il posto del pari grado Raffaele Iovino chiamato a Roma per un importante incarico.

I reparti del 232° Reggimento Trasmissioni di Avellino schierati

La cerimonia si è tenuta, oggi, ad Avellino nella caserma “Generale Gabriele Berardi” presieduta dal comandante del Comando Trasmissioni, Generale di Brigata Luigi Carpineto, alla presenza di autorità civili, religiose e militar. Hanno sfilato anche il Gonfalone della città di Avellino decorato al Valore Civile e quelli della Provincia e Comune di Lapio da cui il Reggimento ha ricevuto la cittadinanza onoraria.

Nel suo discorso di saluto al Reparto il Colonnello Iovino, dopo aver salutato gli ospiti presenti, ha vivamente ringraziato tutti i militari del Reggimento per l’impegno profuso in tutte le molteplici attività svolte sia in Italia che all’estero. Ha sottolineato come una parte dei soldati avellinesi siano attualmente impegnati nell’Operazione “Strade Sicure-Terra dei Fuochi” di cui il Reparto Trasmissioni ha assunto a partire da giugno 2018 il Comando del Raggruppamento “Campania”.

Il discorso del Colonnello Raffaele Iovino

Circa mille uomini sono impegnati nelle province di Napoli e Caserta. In particolare l’occhio vigile dei militari, che lavorano a stretto contato con le Forze di Polizia, i Carabinieri, le Polizie Locali, ha prodotto, in questi mesi, grandi risultati. Lo testimoniano i numerosi interventi, documentati anche dal nostro giornale.

Gli uomini e le donne del Reggimento irpino hanno supportato, con i loro assetti in Italia circa un centinaio di esercitazioni della Forza Armata. Impiegando circa 1200 operatori. Ma Il 232° non opera solo in Patria ma anche molto all’estero, in vari Teatri Operativi: circa una ventina di missioni in due anni.

L’Arma delle Trasmissioni senza dubbio è un’eccellenza dell’Esercito italiano. E per il futuro dovrà sviluppare specialità semper più all’avanguardia per rispondere alle sfide in Patria e fuori area. Basti pensare ai vari cyber attack che, ogni giorno, mettono a rischio le istituzioni, le aziende ma anche i privati.

Come è emerso, ieri a Roma, nel corso di un dibattito sulla cyber security, presso la Scuola delle Trasmissioni ed Informatica nella Città Militare della Cecchignola l’Esercito ha da tempo predisposto una serie di studi e misure per tutelare le proprie strutture e il proprio personale dalle minacce di natura cibernetica, rispondendo alle nuove sfide della Cyber Defence con la creazione del Nucleo Iniziale di Formazione del Reparto Sicurezza Cibernetica, una cellula composta da personale altamente specializzato ed inquadrato nel Comando Trasmissioni dell’Esercito, presso il comprensorio militare della Cecchignola a Roma, che opererà in sinergia e a supporto del Comando Interforze Operazioni Cibernetiche (CIOC).

Il Colonnello Zulini vanta una lunga esperienza nel settore delle trasmissioni. Ed al III Reparto Impiego delle Forze del Comando Operativo dell’Esercito (COE), CONFOTER/COE dello SME ha ricoperto l’incarico di capo sezione Piano NATO, nell’ambito dell’Ufficio Piani.

“Le nostre priorità – ha detto il neo comandante – restano sempre quelle dell’addestramento del nostro personale sia per operazioni in Patria che fuori area. Esercitarlo a favore delle autorità locali, della Protezione civile. Uno dei maggiori problemi, per il nostro Paese, sono proprio le calamità naturali che vedono l’Esercito a fianco della Polizia, dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, della Protezione civile come unica forza per risolvere tutte le problematiche. Avellino sarà una delle nostre priorità”.

Il 232° Reggimento è stato costituito il 29 settembre 2004, articolato su: Comando e Uffici Comando, Compagna Comando e Supporto Logistico e Battaglione Trasmissioni “Legnano”.

Nell’ambito del piano di revisione e della riconfigurazione delle Unità deputate al supporto C4, lo Stato Maggiore dell’Esercito ha decretato la costituzione del secondo Battaglione presso il 232° Reggimento,  partire dal 1° ottobre 2015. Questa Uniità ha assunto il nome di “Fadalto”. E così il Reggimento è stato articolato in un Comando di Reggimento, una Compagnia Comando e Supporto Logistico, 1° Battaglione Trasmissioni “Legnano”, 2° Battaglione Trasmissioni “Fadalto”.

​© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore