ESERCITO ITALIANO: LA KARATECA SILVIA SEMERARO VERSO LA PREMIER LEAGUE DI BERLINO

di Lia Pasqualina Stani

KOBE –  Il Campionato Mondiale Universitario di Karate svoltosi a Kobe in Giappone,  è terminato ieri con le finali per il titolo. A difendere la bandiera italiana  pronti a scendere in gara dieci azzurri: per il kata Mattia Busato e Terryana D’Onofrio, mentre per il kumite Anna Maria Damolideo (-50 kg), Eleonora Maria Lanzone (-55 kg), Francesca Cavallaro (-61 kg), Silvia Semeraro (-68 kg), Mattia Pampaloni (-60 kg), Francesco D’Onofrio (-67 kg), Ahmed El Sharaby (-75 kg) e Nico Armanelli (+84 kg). I ragazzi e le ragazze hanno gareggiato anche nella competizione a squadre di kumite. Ad accompagnarli Roberta Sodero, Salvatore Loria, Maurizio Cechini e Luciano Dichiera. Una nuova sfida per il karate italiano dedicata agli atleti che frequentano l’Università e con l’entrata della disciplina ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, ha visto la partecipazione anche della Nazionale Universitaria che negli ultimi mesi si è consolidata anche con i collegiali dedicati alla selezione e alla preparazione ai Mondiali.

La karateca Silvia Semeraro

 

Silvia Semeraro, la karateca di Faggiano che ha gareggiato per l’Esercito Italiano a Kobe in Giappone non ha conquistato il podio per la competizione individuale dove l’avversaria spagnola l’ha eliminata al primo turno,  non si è persa d’animo e nella competizione a squadre ha vinto tutti gli incontri, anche se non sono bastati. <<Sono inciampata ma non sono caduta>> così ha dichiarato l’atleta che con il suo maestro ha valutato, subito dopo la gara sul tatami, gli errori tattici del combattimento. Il Giappone è la terra delle arti marziali e questa esperienza ha donato alla karateca Semeraro un ricco bagaglio tecnico che potrà sfruttare quando tornerà a Tokyo per poter vincere l’oro.

Subito dopo il periodo estivo, concentrata e fortemente motivata ripartirà con gli allenamenti intensi per arrivare tecnicamente e tatticamente ancora più preparata e pronta per conquistare il podio per la tappa di settembre alla Premier League che si svolgerà a Berlino. Un evento da non sottovalutare che servirà per acquisire punteggio per la qualificaione olimpica. Da Berlino volerà poi a Tokyo dove lotterà per la conquista del podio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Autore