Esercito: parte a Canosa la 21^ tappa della mostra itinerante “La Grande Guerra. Fede e Valore”.

Canosa (Barletta, Andria, Trani). È iniziata con la firma dell’Albo degli ospiti d’Onore del Comune di Canosa da parte del generale di Brigata Giorgio Rainò, la giornata di inaugurazione della Mostra Fede e Valore allestita nel Centro Servizi Culturali. La mostra itinerante sulla Grande Guerra, edita dallo Stato Maggiore dell’Esercito è stata allestita dal Comando Militare Esercito “Puglia”, in collaborazione con il Comune e le associazioni d’arma Bersaglieri, Arma Aeronautica e Carabinieri.

La mostra, intitolata “La Grande Guerra. Fede e Valore” è stata realizzata al fine di raccontare, tramite pannelli, cartoline e uniformi dell’epoca, i tragici avvenimenti di quel tormentato periodo ed è inserita nell’ambito delle manifestazioni commemorative dell’anniversario del Centenario del primo grande conflitto mondiale.
L’evento inaugurale, vede la presenza del Comandante Territoriale dell’Esercito in Puglia, Generale Rainò, per la prima volta in veste ufficiale nella provincia BAT, del Sindaco di Canosa di Puglia, Avv. Roberto Morra, del professor Nicola Neri, docente di Storia Militare presso l’Università degli Studi “Aldo Moro”, delle autorità civili e militari e di una folta rappresentanza di studenti di ogni ordine e grado.

Il Generale Rainò con gli studenti

L’esposizione, costituita da roll-up editi dallo Stato Maggiore dell’Esercito, Ufficio Storico, immagini, uniformi e stampe, messe a disposizione dai collezionisti privati Franco Tria, Piero Violante e Samele Domenico, contiene la riproduzione di una trincea, realizzata dall’associazione molfettese “Eredi della Storia”.
Per l’occasione il Generale Rainò ha evidenziato che l’obiettivo dell’esposizione è quello di commemorare, di ricordare, soprattutto ai più giovani, i sentimenti di umanità e le speranze di quanti, senza distinzioni di classe sociale e culturale, pugnarono, sacrificando la loro vita. Ha inoltre apprezzato la forte sinergia instaurata per l’occasione tra l’Esercito, il Comune, le istituzioni e le componenti associative, chiave vincente per la buona riuscita di ogni tipo di evento.

La mostra fortemente voluta dalla locale Associazione Nazionale Bersaglieri, si è avvalsa della collaborazione di tutte le associazioni d’arma presenti sul territorio, nonché dell’Associazione Nazionale Alpini di Bari, che per l’occasione ha esposto un basto da mulo utilizzato durante il Conflitto dalla Compagnia “Albagia” e del gruppo modellistico di Foggia.

La mostra resterà aperta tutti i giorni fino a lunedì 10 dicembre. L’ingresso, da via Parini 48, è libero e gratuito, nei seguenti orari 09.00-12.30; 17.00-20.00.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore