Francia, un telefono fisso nelle celle delle carceri. Il Ministero della Giustizia avvia gara d’appalto

Parigi. Saranno installati, entro la fine dell’anno, i telefoni fissi nelle celle dei detenuti francesi. Lo ha annunciato il Ministero della Giustizia transalpino che ha aggiunto di avere lanciato una gara d’appalto per dare, progressivamente a circa 50 mila utenze nei penitenziari del Paese, la possibilità di collegarsi con l’esterno.

Entro l’anno saranno installati telefoni nelle celle delle carceri francesi

I detenuti potranno telefonare, però, solo ai numeri autorizzati dall’amministrazione penitenziaria.
Per l’amministrazione di Emmanuel Macron, questa procedura intende favorire il mantenimento dei legami famigliari, considerato un elemento chiave del reinserimento in società e disinnescare, nello stesso tempo, una delle principali pratiche applicate nelle carceri: il traffico di telefoni cellulari.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore