Frontiera Spagna-Marocco, circa 600 migranti sfondano la protezione. Feriti gravemente 22 agenti

Ceuta. Circa 600 migranti provenienti dai Paesi dell’Afica subsahariana e privi di documenti hanno saltato, oggi alle 7 del mattino, la frontiera che separa Ceuta (Spagna) dal Marocco.

Migranti subsahariani sfondano rete di protezione tra i confini spagnolo e marocchino

La Guardia Civil parla quasi di un attacco molto violento.

La frontiera è protetta da una doppia linea di 8,4 chilometri di lunghezza e circa 6 metri di altezza.

L’azione dei migranti è avvenuta, dopo vari tentativi falliti dei giorni scorsi, nella parte più debole del dispositivo, in zone cieche, dove il controllo con le telecamere di vigilanza non arriva.

Gli agenti spagnoli e marocchini hanno cercato per oltre un’ora di contenere l’attacco. Ma i migranti sono riusciti a sfondare il muro delle Forze di polizia, usando anche armi artigianali per colpirle.

La Croce Rossa di Ceuta ha curato 132 feriti, tra cui 22 agenti. I quali soffrono di mancanze respiratorie, congiuntiviti, dopo essere stati colpiti da spray artigianali e calce viva.

E’ la prima volta che i migranti usano questi metodi contro gli agenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore