Germania, 56 anni fa la costruzione del Muro di Berlino. La Merkel visita sede della Stasi

Berlino. Il 13 agosto 1961 fu costruito il Muro di Berlino che separava la parte occidentale da quella orientale di quella che era la Germania uscita sconfitta dalla Ii Guerra Mondiale. A due giorni dal 56° anniversario, oggi, la  la cancelliera tedesca Angela Merkel, accompagnata dal ministro Monika Gruetters ha visitato il monumento alla memoria delle vittime della Stasi (la Polizia politica della DDR, la Germania dell’Est) nel quartiere di Berlino di Hohenschoenhausen (http://www.bstu.bund.de/EN/MinistryOfStateSecurity/Overview/inhalt.html)

Una parte del Muro di Berlino

“Possiamo immaginare un futuro positivo solo se ci facciamo carico del passato -, ha affermato la cancelliera durante la sua visita, dove ha posto una corona di fiori in memoria delle vittime – Il Governo si impegnerà a mantenere aperti tutti i luoghi della memoria”.

Nelle prigioni del Ministero della sicurezza della DDR, sono state incarcerate 11 mila persone tra il 1951 e il 1989.

Stasi è l’acronimo di Ministerium für Staatssicherheit, “Ministero per la Sicurezza di Stato”, abbreviato in MfS o più conosciuto come Stasi appunto.

Strumenti di spionaggio usati da agenti della Stasi

Era la principale organizzazione di sicurezza e spionaggio della Germania Est (RDT). Rimase famosa per avere arruolato numerosi tedeschi dell’Est per il controllo delle attività dei propri concittadini, in modo da poter impedire il sorgere di moti contro il Governo autoritario della Germania Est.

Il Ministerium für Staatssicherheit (Ministero della Sicurezza di Stato) venne fondato l’8 febbraio 1950. Wilhelm Zaisser ne fu il suo primo direttore, Erich Mielke il suo vice. Zaisser cercò di destituire Walter Ulbricht, Segretario Generale della SED, in seguito ai moti operai del giugno 1953 ma poco dopo fu invece rimosso da Ulbricht stesso e sostituito con Ernst Wollweber. Nel 1957, Wollweber si dimise a causa dei contrasti con Ulbricht e Erich Honecker e al suo posto fu nominato il suo vice Erich Mielke.

Lavoravano complessivamente, tra dipendenti ed informatori, circa 200 mila persone ch,e rapportato al numero di abitanti della DDR, che era di circa 16 milioni, vorrebbe dire che l’1,25% della popolazione era stata reclutata dall’Mfs. Per quanto riguarda, invece, il numero di agenti impegnati nell’intelligence attive nella Repubblica Federale tedesca, si stima che il numero si aggirasse circa sulle 1.500 unità.

PER APPROFONDIRE

http://www.stasimuseum.de/en/enindex.htm

 

Autore