Guardia di Finanza: “Emergenza COVID-19”, decollato da Fiumicino un aereo delle fiamme gialle con un carico di materiali sanitari diretti alle strutture ospedaliere della Valle D’Aosta

Di Fabio Mattei

Roma. Dopo la precedente missione della scorsa settimana, nella quale due aerei della Guardia di Finanza sono stati impegnati nel trasporto di personale medico e materiale sanitario da destinare ai nosocomi della Lombardia e della Sardegna, ecco che stamattina – su specifica attivazione pervenuta dal Dipartimento della Protezione Civile – è partito dall’aeroporto “Leonardo Da Vinci” di Fiumicino (Roma) un altro carico di materiali DPI diretto in Valle D’Aosta.

Si tratta, nello specifico, di 7.000 cuffie copricapo, 11.000 guanti protettivi, 240 maschere, 15.000 copriscarpa, 100 camici monouso e 24 termometri; tutto materiale che ora giungerà a rinforzo delle dotazioni ospedaliere attualmente disponibili per la regione italiana che si trova nel lembo più estremo del confine nord-ovest del Paese.

Aereo ATR 72 MP pronto al decollo

L’aereo impegnato per l’importante quanto urgente trasporto – un ATR 72 MP in dotazione al Gruppo Esplorazione Aeromarittima (GEA) della Guardia di Finanza – è stato stavolta “taskato” sull’aeroporto di Torino-Caselle da dove, per motivi logistici, scaricherà i predetti materiali con destinazione finale Valle D’Aosta.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore