Guardia di Finanza, mandato di arresto europeo per un quarantenne accusato di traffico di droga

Brindisi. I Finanzieri del Nucleo di Polizia economico finanziaria di Brindisi hanno arrestato, ieri, un quarantenne brindisino, destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Lecce.

La caserma di Guardia di Finanza di Brindisi

L’esecuzione del provvedimento rientra nell’ambito dell’Operazione Uragano – effettuata nel maggio del 2015 – che consentì di eseguire 44 provvedimenti di custodia cautelare disposti dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce – su richiesta della DDA leccese – dopo complesse indagini nei confronti di tre distinte organizzazioni criminali dedite al traffico di sostanze stupefacenti, operanti nella provincia di Brindisi con ramificazioni in altre province d’Italia.

All’epoca, nel corso di esecuzione dei provvedimenti, il solo brindisino non fu arrestato poiché era già detenuto nella Casa Circondariale di Patrasso (Grecia)  per traffico illegale di clandestini, ragione per cui la Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce ha emesso il predetto mandato di arresto europeo.

La Corte di Appello di Patrasso (Grecia) ha autorizzato l’estradizione del brindisino e, conseguentemente, le Fiamme Gialle lo hanno preso in consegna dalle autorità elleniche trasferendolo dallo scalo aereoportuale di Fiumicino a Brindisi, nel luogo di detenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore