L’Austria prende il comando della missione EUTM in Mali

Bamako. Il 4 giugno l’Austria assumerà il comando della missione di addestramento militare dell’Unione europea in Mali (EUTM Mali) sostituendo la Germania. Il contingente è pronto a partire.

Il brigadiere generale (generale di brigata) Christian Haberstatter sostituirà il generale tedesco Peter Mirow per un periodo di sei mesi. Comanderà circa 650 uomini e donne, ripartiti essenzialmente tra il quartier generale di Bamako e il campo di formazione di Koulikoro. Il contingente austriaco nella missione sarà rafforzato da 47 militari austriaci, cioè si avrà un raddoppio rispetto ad oggi ( ci sono attualmente 27 soldati).

Il ministro della Difesa Mario Kunasek e il vice cancelliere Heinz-Christian Strache, entrambi membri del FPÖ, il partito della destra nazionale austriaca, hanno salutato mercoledì (ieri, l’8 maggio) il contingente austriaco inviato sul posto, sottolineando la necessità per l’Austria di impegnarsi maggiormente sul continente nero. L’Africa è un continente «dove dobbiamo assicurare la stabilità a più livelli», ha precisato Mario Kunasek davanti ai soldati in partenza. «Meglio prevenire che curare» ha aggiunto riferendosi alla crisi migratoria del 2015. «Creare un ambiente stabile è necessario per creare prospettive per la popolazione locale» di rimanere nel paese, ha aggiunto Heinz-Christian Strache. Bisogna «lottare in primo luogo contro le cause locali della migrazione».

I militari austriaci sull’attenti

Sarà la prima volta che l’Austria guiderà una missione in Africa, ma di certo non è la prima missione di comando. La Bundesheer si riallaccia al campo africano. Nel 2008 un contingente di forze speciali austriache ha assicurato la forza di protezione dell’operazione di stabilizzazione nella parte orientale del Ciad (EUFOR Ciad). L’esercito austriaco assume funzioni di responsabilità in un’altra operazione europea, in Bosnia-Erzegovina, in cui un generale austriaco ha assunto il comando della forza EUFOR Althea.

Anche se la missione è non esecutiva, senza potere sovrano sulla pubblica piazza, essa è particolarmente esposta. EUTM Mali ha così subito due volte un attacco, sia a Bamako che a Koulikoro, fortunatamente senza perdite. Ma ha perso uno dei suoi uomini durante un permesso all’hotel Le Camp. Diversi uomini delle forze speciali saranno inoltre presenti.

Ma chi è il nuovo generale austriaco che guiderà la missione? Comandante del contingente di spiegamento rapido dal 2017, Christian Haberstatter aveva partecipato a due operazioni principalmente: in Bosnia-Erzegovina nel 2005 come capo del contingente nazionale e in Kosovo nel 2008. Nato nel 1970 a Salisburgo, segue i corsi della Theresianische Militärakademie di Wiener neustadt dal 1989 al 1992, di cui esce diplomato come Pionieroffizier. Dal 1997 al 2000 segue il quindicesimo corso di stato maggiore generale presso l’Accademia della Difesa nazionale, prima di diventare capo di stato maggiore e vice comandante della sesta brigata di cacciatori (Jägerbrigade) di Absam dal 2000 al 2003, Poi dal 14esimo battaglione. Nel 2010 è stato responsabile della pianificazione e del collegamento con il ministero della Difesa tedesco a Berlino, prima di diventare vicecapo dipartimento presso lo Stato maggiore del ministero. Nel 2015 assume il comando della terza brigata Panzer granatiere.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore