Libano, la Folgore sostituisce l’Aosta nella gestione della logistica

Shama (Libano).  Passaggio di responsabilità, oggi a Shama, del Comando al Gruppo supporto d’aderenza (Combat Service Support Battalion – CSS BN) fra il Reggimento Logistico “Aosta” di Palermo e il Reggimento Logistico “Folgore” di Pisa.

Nel corso della cerimonia il Generale di Brigata Rodolfo Sganga, comandante del Sector West di UNIFIL ha evidenziato come la componente logistica sia quanto mai fondamentale poiché, grazie alle capacità tecniche del proprio personale è in grado di saper garantire l’efficienza di tutti i mezzi e materiali necessari al successo delle operazioni condotte sul territorio libanese.

Un momento della cerimonia

Al comando del Colonnello Salvatore Pisciotta, gli uomini e le donne del Reggimento Logistico “Folgore” opereranno nell’ambito della risoluzione 1701 delle Nazioni Unite ed avranno il compito di assicurare il supporto logistico a favore dei reparti italiani e stranieri presenti nel Sud del Libano.

In particolare, i Paracadutisti del Logistico si occuperanno di assicurare lo svolgimento di tutte le attività di trasporto di personale, mezzi e materiali lungo i principali assi di comunicazione stradale del Libano centrale e meridionale e dovranno effettuare i rifornimenti di viveri e carburante per i reparti dell’Esercito schierati a presidio della Blue Line, al confine con Israele.

La Brigata Folgore sostituisce l’Aosta

Al Reggimento Logistico sono devoluti, inoltre, i compiti di garantire le manutenzioni e le riparazioni dei veicoli militari italiani e stranieri necessari al pattugliamento del settore di competenza e a garantire tutti i servizi per il funzionamento della base di Shama, sede del quartier generale del Sector West di UNIFIL dove sono presenti circa mille tra caschi blu italiani e stranieri.

Gli assetti sanitari del reparto dell’Esercito, tramite la capacità di medical care, assicureranno il trattamento sanitario pre-ospedaliero d’emergenza e avranno il delicato compito di assistere la popolazione libanese.

L’arrivo in Libano del Reggimento Logistico “Folgore” completa lo schieramento delle unità della Brigata Paracadutisti “Folgore” e rappresenta, per il reparto, la prima missione di pace all’estero dal 2013, anno in cui il Reggimento è tornato ad essere un’unità della Brigata Paracadutisti “Folgore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore