Logistica, accordo da 290 milioni di euro tra Leonardo e la britannica Hensoldt

Roma. E’ stato firmato da Leonardo con il Ministero della Difesa britannico un contratto del valore di oltre 290 milioni di euro.

Importante accordo Leonardo con la britannica Hensoldt

L’azienda italiana, in collaborazione con HENSOLDT nell’ambito del raggruppamento “Team Skytale”, aggiornerà i sistemi di identificazione (Identification Friend or Foe – IFF) allo standard Modo 5 su oltre 350 piattaforme aeree, terrestri e navali britanniche.

La tecnologia IFF è centrale in tutte le operazioni militari perché opera come un moderno sistema di password basato su un meccanismo di richiesta di verifica (challenge-response) attraverso segnali elettronici automatici. Ciò consente di distinguere tra forze amiche che, interrogate, risponderanno con un segnale corretto, e potenziali minacce che, al contrario, non lo faranno. Entro il 2020 tutte le nazioni NATO dovranno adeguare i propri sistemi di identificazione al nuovo standard Modo 5 che utilizza le più recenti tecnologie criptografiche per proteggere i sistemi contro le tecniche di inganno degli avversari.

Si tratta di un aspetto particolarmente importante quando le Forze operano insieme perché assicurare agli equipaggi di terra, aerei e navali di riconoscere in modo affidabile le forze amiche è una delle modalità per evitare gli incidenti causati dal cosiddetto “fuoco amico”.

Leonardo e HENSOLDT aggiorneranno tutte le piattaforme aeree, terrestri e navali del Ministero della Difesa del Regno Unito che saranno dismesse dopo il 2020. Queste includono 11 tipologie di velivoli, gestite da Leonardo e 18 tipi di navi e due tipi di piattaforme terrestri, gestite da HENSOLDT.

Sarà garantito anche un supporto nazionale attraverso un centro logistico per l’IFF Modo 5 con sede nel Regno Unito.

Oltre alle Forze della NATO, qualsiasi nazione voglia condurre operazioni a fianco dei Paesi dell’Alleanza atlantica dovrà adeguarsi a quest’ultimo standard. Per rispondere a questa esigenza, Leonardo ha firmato un accordo di collaborazione con HENSOLDT per offrire soluzioni di aggiornamento dei sistemi IFF in tutto il mondo.

Le due aziende metteranno a disposizione il portafoglio completo dei loro prodotti per l’identificazione per soddisfare le diverse esigenze dei clienti internazionali. Per l’aggiornamento delle piattaforme britanniche, il team fornirà il trasponder M428 e l’unità cripto SIT 2010 di Leonardo e gli interrogatori MSSR 2000 I e MSR 1000 I di HENSOLDT.

In particolare, le due aziende mettono a disposizione l’unica tecnologia di generazione di chiavi crittografiche disponibile al di fuori degli Stati Uniti, fornendo una capacità IFF Modo 5 interamente europea, sia nella progettazione che nella produzione. Per questo la soluzione offerta dai due partner europei è pronta per essere introdotta sul mercato.

Leonardo e HENSOLDT, insieme, sono il principale fornitore europeo di soluzioni IFF Modo 5.

L’azienda italiana ha già equipaggiato con questa tecnologia gli Eurofighter Typhoon della Royal Air Force e le portaerei della Classe Queen Elizabeth della Marina Militare britannica. La società fornisce, inoltre, la tecnologia IFF Modo 5 al caccia Gripen E della Saab, ha recentemente dimostrato le innovative capacità di un IFF “reverse” (aria – terra) sui velivoli Typhoon italiani e sta studiando, nell’ambito di un programma di aggiornamento tecnologico del Ministero della Difesa britannico, l’introduzione di questa nuova capacità per i velivoli Eurofighter del futuro.

HENSOLDT sta adeguando al nuovo standard le piattaforme delle Forze Armate tedesche, francesi, statunitensi e di altre nazioni. Tra gli altri, l’equipaggiamento è utilizzato su tutte le navi della Marina tedesca, nonché da diverse navi della Royal Navy. HENSOLDT ha, inoltre, realizzato la rete IFF di controllo del traffico aereo dell’Aviazione tedesca.

Autore