Marina Militare, visita in Puglia del sottosegretario di Stato alla Difesa Raffaele Volpi

Di Lia Pasqualina Stani

 Taranto. Con una conferenza e una rievocazione storica del ruolo di Brindisi durante la 1° Guerra Mondiale presso il Castello Svevo di Brindisi, alla presenza del capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio Valter Girardelli, per Raffaele Volpi sottosegretario di Stato alla Difesa sono iniziati i due giorni al seguito della Forza Armata: “Come sottosegretario non posso leggere solo i documenti, grazie alla Marina ho visitato i Reparti Operativi”. 

Dopo la conferenza l’esponente del Governo Conte si è recato all’Arsenale di Brindisi per ringraziare tutti gli addetti ai lavori che permettono alla struttura di funzionare in modo adeguato. Ha poi visitato il Polo Aeronavale, i Comandi della Base e la Caserma Carlotto della Brigata Marina San Marco.

Di nuovo a Taranto dove con l’ammiraglio Girardelli, l’Ammiraglio Lorenzo Rastelli e gli allievi ha visitato sia la scuola Sottufficiali che Maricentadd dove ha avuto modo di conoscere le capacità didattico-formative. Al Centro di Programmazione della Marina Militare (MARICENPROG) sono state illustrate le attività tecniche della struttura.

Pennone Laterale del Castello Aragonese dove sono issate sia le Bandiere Distintive del capo di Stato Maggiore della Marina, del ministro della Difesa e PREP

Una giornata intensa che si è conclusa con una visita ed una conferenza stampa presso il Castello Aragonese di Taranto, dove il sottosegretario è arrivato via mare, immediatamente dopo l’ammainabandiera. Su uno dei pennoni laterali del Castello qualche minuto prima è stato issato il PREP, un segnale a bandiera giallo-verde.

Per chi non lo sapesse dopo l’ammainata di questo segnale, tutti i comandi a terra (in porto tutte le navi presenti, anche quelle straniere), effettuano la cerimonia contemporaneamente. Mentre un po’ più in alto dello stesso pennone sventolavano la bandiera distintiva del capo di Stato Maggiore della Difesa quella distintiva del ministro della Difesa.

L’Ammiraglio Francesco Ricci, curatore del Castello Aragonese accoglie il capo di Stato Maggiore della Marina, Valter Girardelli

Accolto dall’Ammiraglio Francesco Ricci, curatore del castello per la Marina Militare e dall’Ammiraglio di Divisione Salvatore Vitiello, comandante marittimo Marina Sud, il sottosegretario Volpi ha potuto ammirare la bellezza storica del Castel S. Angelo da tutti conosciuto come Castello Aragonese.

È una fortificazione normanno-svevo-angioina che si trova nel canale navigabile di Taranto, che in qualsiasi giorno dell’anno viene visitato da un ingente numero di turisti. Quest’anno partecipa anche al censimento del FAI (Fondo Ambiente Italiano) sui luoghi italiani da non dimenticare: dal 30 maggio al 30 novembre si vota infatti per i luoghi del cuore.

L’Ammiraglio Ricci, curatore del Castello Aragonese accoglie il Sottosegretario Volpi, l’Ammiraglio Girardelli, l’Ammiraglio Vitiello comandante marittimo Marina Sud Ammiraglio Vitiello

Nel corso della conferenza stampa alla domanda se la Marina Militare sia in grado di controllare strategicamente il Mediterraneo e sulla necessità  di costruire ancora nuove navi,  questa è stata la risposta del sottosegretario Volpi: “C’è una programmazione sulle navi e ci sono nuovi progetti. La programmazione dei rapporti industriali con il resto del mondo va guardata sotto due aspetti, anzi sintetizzata in un solo aspetto: testa e cuore in Italia, il resto poi si vede. E c’è una capacità a livello qualitativo del personale a partire dalla classe dirigente ai tecnici che è straordinaria ed è conosciuta in modo autorevole in tutto il mondo”.

Volpi continuerà nella giornata odierna a visitare prima l’Arsenale di Taranto per poi recarsi presso il Comando Flottiglia Sommergibili (COMFLOTSOM), la nuova Base navale dove incontrerà una nutrita rappresentanza di tutti i Comandi ed Enti della Marina Militare di Taranto e dopo Nave Cavour infine, raggiungerà la Stazione Aeromobili Marina (MARISTAER) a Grottaglie, che è una delle tre basi aeree della Marina Militare.

Una sala del Castello Aragonese di Taranto

L’Ammiraglio Girardelli, domani, sarà in audizione alle Commissioni riunite Difesa di Camera e Senato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore