MARINA MILITARE, ANCONA: CAMBIO AL VERTICE DEL COMANDO SCUOLE

In data 25 luglio, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento del Comando Scuole della Marina Militare
(MARICOMSCUOLE) tra l’ammiraglio di squadra Salvatore Ruzittu (cedente) e l’ammiraglio di divisione Alberto Bianchi (subentrante), alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli.


La cerimonia dell’avvicendamento, alla quale hanno partecipato le principali autorità civili, militari e religiose
della città di Ancona e della Regione Marche, segna non solo il termine del mandato dell’ammiraglio Salvatore Ruzittu, durato 2 anni e 5 mesi, ma anche la conclusione del suo servizio attivo, dopo oltre 43 anni
di carriera.


Il Comando Scuole della Marina Militare , uno dei tre Alti Comandi della Marina Militare, è il pilastro del settore formativo e selettivo che svolge funzioni di indirizzo e controllo su tutti gli Istituti di formazione della Marina e sovrintendere al conseguimento degli obiettivi didattici con lo scopo di preparare i giovani Allievi ai compiti che li aspettano all’interno della Forza Armata.
La presenza del Comando Scuole ad Ancona testimonia il forte e indissolubile legame tra la Marina Militare
e la città dorica, che un tempo era un presidio strategico in ottica difensiva mentre oggi è una eccellenza nel
settore del reclutamento del personale della Marina Militare.

Tra i principali compiti assegnati al Comando Scuole della Marina Militare: la gestione delle procedure concorsuali per il reclutamento del personale militare, l’istituzione e gestione dei corsi di formazione, la previsione per la formazione del bilancio, e il collegamento con elementi di organizzazione esterni (es. Università).

Il Comando Scuole inoltre, ha acquisito la certificazione di Provider Unico di Forza Armata, in relazione alle attività di Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) per il personale della Marina. Il sistema E.C.M. è lo strumento che permette al professionista sanitario la formazione continua per rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze organizzative e operative del Servizio Sanitario e del proprio sviluppo professionale.

Autore