Marina Militare: il Concerto di Solidarietà 2018 della Banda della Marina sarà a favore della “Fondazione Francesca Rava”

di Lia Pasqualina Stani

Roma. Inizia il countdown per il Concerto di Solidarietà 2018, per mercoledì 28 novembre alle ore 21.00, presso la Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Anche quest’anno la Banda Musicale della Marina Militare diretta dal Capitano di Vascello Antonio Barbagallo, si esibirà nel tradizionale concerto di solidarietà, a favore della Fondazione Francesca Rava N.P.H. ITALIA Onlus, che dal 2000 aiuta l’infanzia in condizioni di disagio. Oltra al Presidente dell’Associazione, Maria Vittoria Rava, sarà presente alla serata un testimonial d’eccezione: l’attrice Martina Colombari.

In seguito alla tragedia del terremoto di Haiti, nel 2010, nacque la collaborazione tra la Fondazione Rava e la Marina Militare, quando nave Cavour, attraversò l’oceano in aiuto alla popolazione colpita. Una collaborazione che continua in modo incessante per molte attività a carattere umanitario.

La Fondazione Francesca Rava aiuta l’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo: a due anni dal terremoto del 2016 in centro Italia, ha già inaugurato 7 scuole tra Marche e Umbria anche con il contributo della Marina Militare.

Durante l’evento del 28 novembre p.v, sarà possibile contribuire alla raccolta fondi a favore della Fondazione Francesca Rava, scegliendo i prodotti solidali natalizi personalizzati con il logo Marina Militare il cui ricavato andrà a sostenere la costruzione di un centro sportivo per i ragazzi e luogo di ritrovo per l’intera comunità di Pieve Torina (MC) dove la maggior parte degli edifici sono inagibili in seguito al terremoto del 2016, e dove il prossimo 11 dicembre la Fondazione Francesca Rava consegnerà ai bambini e alle loro famiglie la Scuola dell’infanzia, definitiva, antisismica.

Il Capitano di Vascello Antonio Barbagallo dirige la Banda della Marina Militare

A dialogare con gli ospiti sul palco, sarà la giornalista e conduttrice Rai, Marzia Roncacci. Il filo conduttore della serata sarà proprio l’attenzione verso i più deboli. Con la presentazione del Calendario della Marina Militare 2019 si uniranno gli scatti professionali di un fotografo d’eccezione, Massimo Sestini, alla testimonianza della Fondazione Operation Smile, a cui il calendario è dedicato. A parlare dei progetti in atto il Prof Domenico Scopelliti, Vicepresidente scientifico della Fondazione. Il progetto “UN MARE DI SORRISI” ha avuto inizio nel 2013, quando Operation Smile e la Marina Militare hanno collaborato a bordo della portaerei Cavour per la missione “White Crane” in soccorso alla popolazione di Haiti, colpita da un violento terremoto. L’impegno congiunto è continuato nel corso della campagna del 30° Gruppo Navale, durante il periplo dell’Africa, e prosegue ancora oggi grazie alle efficienti strutture ospedaliere di Nave Cavour.

La Banda della Marina Militare presso l’Auditoriun Parco della Musica di Roma

In tutti questi anni, grazie al lavoro dei chirurghi volontari della fondazione e ai medici della Marina, si è contribuito a ridare il sorriso a tanti bambini. Questa operazione è la concreta e reale dimostrazione di come si possa fare un uso duale di una nave militare.

Quando Nave Cavour è in sosta in porto e non è impegnata in missioni militari, mette a disposizione le proprie strutture ospedaliere.

Calendario 2019 della Marina Militare Italiana

Quest’anno il calendario è dedicato a una delle componenti di eccellenza della Forza Armata che vanta una storia ricca di episodi di vero eroismo: il Comando Subacquei e Incursori (COMSUBIN). Un raggruppamento apprezzato a livello mondiale che svela la sua stretta interdipendenza e sinergia con le altre componenti dello strumento aeromarittimo della Forza Armata. Il primo passo di un percorso che toccherà, in futuro, anche le altre specialità, tutte caratterizzate da elevate competenze, professionalità e peculiari caratteristiche indispensabili per garantire la sicurezza della dimensione marittima. Le fotografie realizzate da Massimo Sestini sono immagini uniche, vive, che descrivono in particolare l’orgoglio che prova un incursore o un palombaro del COMSUBIN e il suo fortissimo senso di appartenenza. Immagini che propongono, come elemento fondamentale, la principale risorsa della Marina: il personale uomini e donne determinati, motivati ed entusiasti che con dedizione operano in missioni operative, attività addestrative o ad alta connotazione duale e complementare a favore della collettività. Il“fregio”del berretto, ripetuto in copertina e nelle pagine del calendario, richiama simbolicamente il codice dei valori fondanti della Forza armata, la tradizione e la volontà di rinnovarli, per costruire il futuro, conoscendo e valorizzando il passato.

Insieme alla solidarietà, la musica sarà protagonista e, per la prima volta, con i 102 maestri della Banda saliranno sul palco 80 artisti del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, per l’esecuzione di alcuni brani.

La Banda Musicale della Marina Militare, è uno dei più antichi complessi bandistici militari italiani che trae origine dai piccoli complessi strumentali che nelle Marine preunitarie erano normalmente imbarcati sulle navi ammiraglie. La Banda si esibisce regolarmente in Italia e all’estero. Per la capacità che la Banda della Marina Militare ha mostrato nel rappresentare attraverso la musica l’impegno della Marina nel sociale e per gli aiuti umanitari, nel 2004 è stata insignita del Cavalierato di Pace dal Centro Internazionale per la Pace fra i Popoli di Assisi.

Sarà possibile seguire la diretta streaming del Concerto sul nostro canale Youtube e Facebook dalle ore 21.00 di mercoledì 28 novembre. Media Partner dell’evento sarà TV2000.

(Foto Marina Militare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore