Marina Militare: a Venezia si inaugura l’Anno Accademico degli Istituti di Formazione

Venezia. Mancano pochi giorni all’apertura dell’Anno Accademico 2018-2019 degli Istituti di Formazione della Marina Militare. Alla Presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di squadra Valter Girardelli, e di autorità militari e civili, il 14 novembre si svolgerà infatti la cerimonia di apertura del nuovo accademico presso la sala Squadratori dell’Arsenale di Venezia sede dell’Istituto di Studi Militari Marittimi.
L’apertura dell’Anno Accademico presso l’Accademia Navale di Livorno, le Scuole Sottufficiali di Taranto e della Maddalena, la Scuola Navale Militare “Francesco Morosini” e la Scuola Militare delle Forze Armate di Chiavari sancisce l’avvio del percorso annuale degli allievi verso la professione del moderno marinaio che costituisce per i giovani una concreta prospettiva per la realizzazione di una vita professionale entusiasmante al servizio del Paese e della collettività.

La vita in uno degli Istituti di formazione della Marina

Per l’occasione verrà tenuta una Lectio Magistralis dal Magnifico Rettore dell’Università Cà Foscari di Venezia, professor Michele Bugliesi. E’ una testimonianza della proficua sinergia solidamente avviata tra la Forza Armata e il mondo accademico, vista la pluriennale collaborazione tra la Marina Militare e diverse università italiane, tra le quali, oltre a quella veneta, anche quelle di Pisa, Bari, Modena-Reggio Emilia, Sassari, Ancona, Genova, Trieste e Napoli.
Durante la cerimonia verranno consegnati premi e distintivi d’onore agli allievi risultati particolarmente meritevoli nel corso del precedente anno di studi per attitudine professionale e rendimento negli studi.

Gli Istituti di Formazione della Marina Militare

Fra gli istituti di formazione della Marina sicuramente il più celebre è l’Accademia di Livorno, che dal 1881 forma tutti i futuri dirigenti della Marina Militare. Dall’Accademia escono gli ufficiali al termine di un lungo ed impegnativo percorso molto selettivo, al termine del quale i futuri comandanti hanno conseguito una laurea ed hanno intrapreso un percorso di conoscenza delle tecniche marinare direttamente sul campo. Le specializzazioni in cui gli allievi si laureano sono: : laurea in Scienze Marittime e Navali per il Corpo di Stato Maggiore, in Ingegneria Navale o in Ingegneria civile ed ambientale per il Corpo del Genio Navale, in Ingegneria delle Telecomunicazioni per il Corpo delle Armi Navali, in Medicina e Chirurgia per il Corpo Sanitario Militare Marittimo, in Giurisprudenza per il Corpo di Commissariato Militare Marittimo ed in Scienze dell’Amministrazione e Governo del Mare per il Corpo delle Capitanerie di Porto.

La Scuola Sottufficiali di Taranto, o MARISCUOLA TARANTO, nasce nel secondo dopo-guerra del secolo scorso. Il Comando Scuole C.E.M.M. di Taranto viene costituito ufficialmente nel 1947, anno che vedeva corsi presso sedi terrestri e sull’incrociatore Luigi Cadorna, ormeggiato in Mar Piccolo. Nel 1949 la Scuola Cannonieri lascia Nave Cadorna per trasferirsi a Capo San Vito. Successivamente, la Marina Militare raggruppa le varie Scuole alle dipendenze di un unico Comando e nel 1952 nasce il “Gruppo Scuole C.E.M.M.”.

Mariscuola Taranto: giuramento solenne del 18° Corso Marescialli E2° incorp VFP11

Il 17 maggio 1957 il Gruppo Scuole C.E.M.M., fino a quel momento individuato solo dal nome della città di Taranto che l’ospita, viene intitolato alla Medaglia d’Oro al Valore Militare alla memoria Capitano di Corvetta Lorenzo Bezzi.

L’istituto forma Allievi Marescialli del Corso Normale e Complementare ed anche i Sergenti  tramite corsi di aggiornamento e formazione professionale , ed i  Volontari in Ferma Prefissata di 4 ed  1 anno.

Scuola sottufficiali Taranto: Aula Magna “Fasan”

Un’altra scuola sottufficiali è situata in Sardegna. La Scuola Sottufficiali di La Maddalena è stata istituita nel 1949, con la denominazione “Gruppo Scuole CEMM”. Nel 1957 fu intitolata alla Medaglia d’oro al valor militare Domenico BASTIANINI, Ten. Col. del Genio Navale. Nel 1978 ha assunto la denominazione di “Scuola Allievi Sottufficiali”, per giungere nel 1982 all’attuale denominazione di “Scuola Sottufficiali della Marina Militare”. Il compito d’istituto della Scuola Sottufficiali di La Maddalena è quello di provvedere alla formazione etico-militare e tecnico-professionale del personale non direttivo della Marina Militare appartenente alle seguenti categorie: Nocchieri; Tecnici di Macchina e Nocchieri di Porto. A favore del suddetto personale vengono attivati i seguenti corsi: corso Sergenti; corsi VFP4; corsi per abilitazione alla condotta costiera di Motovedette delle Capitanerie di Porto;  corsi di abilitazione alla condotta d’altura di Motovedette della Capitaneria di Porto; corsi di condotta motori endotermici e Guardia in plancia per Sottufficiali Nocchieri.

Unitamente al personale della Marina Militare, presso la Scuola Sottufficiali di La Maddalena viene addestrato anche il personale appartenente ad altre Forze Armate, Corpi ed Enti Armati dello Stato (Carabinieri, Esercito, Corpo Forestale dello Stato) per il conseguimento di abilitazioni alla condotta di Unità Navali d’altura e costiera e per la condotta di motori installati sulle medesime unità.

Fondato nel 1921 col nome di Istituto di Guerra Marittima, nel 1999 l’Istituto di Studi Militari Marittimi è stato trasferito nella sede dell’Antico Arsenale di Venezia, dove continua ad assicurare la formazione avanzata degli Ufficiali di tutti i Corpi della Forza Armata mediante l’effettuazione del Corso Normale di Stato Maggiore. Dal 2014 tale corso è stato riconosciuto anche come Master post-universitario executive di 2° livello in “Studi Strategici e Sicurezza Internazionale” dalla prestigiosa Università Ca’ Foscari e, per tale ragione, esso è stato aperto anche agli studenti civili. La collaborazione con l’Ateneo veneziano si completa con il contributo fornito ai corsi della Summer School in Global Studies, tenuti in lingua inglese presso le sistemazioni dell’Istituto a favore di studenti civili, in maggioranza provenienti dall’estero. Dal 2019 il Corso Normale di S.M. sarà modificato con l’attivazione di un modulo di quattro settimane, interamente in lingua inglese, al quale potranno essere ammessi anche Ufficiali delle Marine di Paesi alleati ed amici.

In aggiunta a ciò, l’Istituto organizza seminari, convegni, cicli di conferenze e riunioni su molteplici argomenti di interesse della Marina Militare, impiegando a tal fine il suo Centro Studi Militari Marittimi, il quale, oltre a costituire un prezioso centro di documentazione, aperto anche a qualificati studiosi e ricercatori esterni, assicura altresì la redazione e diffusione di pubblicazioni periodiche, contribuendo efficacemente a  sostanziare il ruolo di Polo Culturale che la Forza Armata ha assegnato all’Istituto di Studi Militari Marittimi. Ogni due anni, inoltre, il Comando ospita, nella cornice della sala Squadratori, il “Regional Seapower Simposium” forum marittimo internazionale delle marine del Mediterraneo e di altre aree del mondo.

 

Infine c’è la Scuola Navale “Francesco Morosini”, depositaria della secolare eredità educativa della Serenissima Repubblica di San Marco che avviava i giovani patrizi veneziani alla mercatura marittima. La storia più recente dell’Istituto ha inizio il 1° ottobre 1937 quando, nell’attuale complesso edilizio di Sant’Elena, iniziarono i corsi del “Collegio Navale della Gioventù Italiana del Littorio”, che avevano il compito di preparare i giovani liceali al servizio nella Regia Marina.  Dal 1946 gli edifici di Sant’Elena ospitarono corsi professionali per il personale della Marina Militare e dal 1952 il Gruppo Scuole CEMM “Ugo Botti”, Istituto per la formazione dei Sottufficiali. Il 6 settembre 1961 fu istituito il Collegio Navale “Francesco MOROSINI”, che aprì i suoi corsi il 2 ottobre dello stesso anno, con lo scopo di suscitare nei giovani l’interesse alla vita sul mare, orientandoli verso le attività ad essa connesse. Il nuovo Istituto venne intitolato, in omaggio a Venezia, a Francesco Morosini (1619-1694) preminente figura storica della Serenissima Repubblica che, con le sua gesta, ben incarna quei valori culturali, morali, fisici e militari che la Scuola si prefigge di trasmettere ai propri Allievi frequentatori per consentire loro di affrontare con successo i futuri impegni sociali e professionali. L’offerta formativa della Scuola Navale si articola sui tradizionali corsi di studio ad indirizzo classico e scientifico per gli Istituti d’Istruzione secondaria superiore congiuntamente all’attività a carattere etico-militare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore