Missione in Afghanistan, mostra: the Art of being a Woman

Herat. A Camp Arena sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), a guida Brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli, si è svolta la seconda edizione della mostra artistica the Art of being a Woman.

Nel corso della manifestazione, curata dal contingente nazionale di Herat, costituito da militari di Esercito Italiano, Aeronautica Militare, Marina Militare e Arma dei Carabinieri, sono presentate opere (quadri a olio, acquarelli, miniature e ceramiche) di 20 artiste locali, tra le quali molte studentesse in belle arti dell’università di Herat.

La mostra delle donne per le donne

La mostra, che ha registrato un elevato numero di visitatori, è stata inaugurata dal Generale di Brigata Giovanni Parmiggiani, Comandante del TAAC-W assieme alla direttrice del Dipartimento affari femminili, Anisa Sarwari.
“Un evento artistico molto sentito dalla comunità femminile di Herat – ha sottolineato la direttrice Sarwari – che entra a pieno titolo fra gli eventi culturali più importanti della nostra città”.

“L’Italia è impegnata in Afghanistan nell’ambito della Missione NATO Resolute Support (RS) – ha aggiunto il Generale Parmiggiani – con attività di addestramento, assistenza e consulenza a favore delle Istituzioni e delle Forze di Sicurezza afgane e a supporto della popolazione come assistiamo oggi con questa bella iniziativa con le artiste della provincia di Herat”.

Resolute Support è composta da militari di 38 nazioni, tutti uniti in un unico scopo, quello di contribuire all’addestramento, all’assistenza e alla consulenza a favore delle Istituzioni e delle Forze di Sicurezza locali al fine di facilitare le condizioni per la creazione di uno stato di diritto, di istituzioni credibili e trasparenti e di Forze di Sicurezza autonome e ben equipaggiate.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Autore