Missione UNIFIL: i militari della Brigata Aosta donano fondi per un trapianto di cuore

Shama (Libano). Il Contingente italiano, attualmente su base Brigata Aosta di Messina, schierato nel sud del Libano nell’ambito della missione UNIFIL, ha accolto l’invito della Banin Charity Association per agevolare una delicata operazione di trapianto di cuore a favore di un giovane libanese, affetto sin dalla nascita da seri problemi cardiaci.

I militari italiani consegnano i fondi per un trapianto di cuore

Il ragazzo nelle prossime settimane sarà trasferito in Italia presso un istituto specializzato grazie anche al  contributo dei peacekeepers italiani che, in forma totalmente anonima e volontaria, hanno aderito in massa alla gara di solidarietà promossa dall’associazione Banin, nata in Libano nel 2013 con scopi umanitari ed assistenziali a favore dei più bisognosi. La responsabile dell’Associazione, Sabrine Harb, ha voluto ringraziare i militari per la loro generosità, descrivendoli come “ragazzi dai cuori sinceri e dalle mani bianche”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Autore