NATO, passaggio di comando fra generali italiani a Brunssum

 

Brunssum (Paesi Bassi). Si è svolta la cerimonia di cambio di comando del Nato Joint Force Command (JFC) di Brussnum. La guida del comando continua ad essere italiana, infatti il Generale Riccardo Marchiò subentra all’uscente Generale Salvatore Farina, primo italiano a ricoprire questo incarico negli scorsi due anni.
Erano presenti numerose autorità militari e civili dell’Alleanza Atlantica e non tra cui il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Graziano, il Generale Curtis Scaparotti, Comandante Supremo delle forze Nato in Europae l’Ammiraglio Rob Bauer, Capo di Stato Maggiore della Difesa olandese.
Il Generale Graziano ha dichiarato che il cambio di comando fra italiani è “testimonianza e riconoscimento della professionalità espressa e dell’impegno profuso in questi anni dalle nostre Forze Armate, in ogni teatro operativo in cui la NATO è stata chiamata ad operare, nonché dell’indiscusso prestigio di cui il nostro Paese gode all’interno dell’Alleanza”.

Il Generale Farina

Il Capo di Stato Maggiore ha poi affermato che “di fronte alle attuali minacce alla sicurezza internazionale, nessun Paese ha la capacità e i mezzi per poter agire efficacemente da solo e, quindi, il ruolo delle Organizzazioni Internazionali, come la NATO e l’Unione Europea, assume una rilevanza senza precedenti e ci è richiesto di parteciparvi con un ruolo da protagonisti”.
Il NATO JFC di Brunssum è un comando di livello operativo della componente militare dell’Alleanza Atlantica che ha, tra i suoi principali compiti, il comando e controllo della missione “Resolute Support” in Afghanistan, il comando operativo della NATO Responce Force (a rotazione con il “comando gemello” di Napoli), nonché la gestione delle attività di presenza e deterrenza sul fianco est della NATO.
In questi ultimi due anni l’Alleanza ha compiuto un passo importante per la sua difesa collettiva, attraverso lo schieramento di quattro battlegroups multinazionali nei tre Stati baltici e in Polonia. L’enhanced Forward Presence (eFP) che svolge compiti di deterrenza e difesa della parte orientale del suo territorio, come stabilito dal vertice di Varsavia del 2016.

Il passaggio di consegne tra il Generale Farina (di spalle) e il Generale Marchiò

Il Generale Farina ha ripercorso, nel suo intervento, i principali compiti operativi del Comando, ringraziando i comandanti e gli staff delle numerose Unità alleate che hanno operato sotto la direzione del JFC. “La NATO trae la sua forza dall’unità solidarietà e determinazione, per assicurare difesa e sicurezza a 360 gradi a tutti i membri: one for all, all for one”. Infine ha ringraziato i comandanti, in particolare il Generale Scaparrotti e il Generale Graziano, per la loro guida e supporto, concludendo con l’ormai noto motto che identifica l’operato del Comando e di tutta l’Alleanza Atlantica: “more together”.

Generale Tariq Shah Bahramee

Autore