Pianificazione operazioni militari, SMD all’ANSA: “E’ nostro dovere aggiornare in base alle evoluzioni del contesto operativo”

Roma. Fonti dello Stato Maggiore della Difesa hanno confermato all’Agenzia di stampa ANSA che “la pianificazione delle operazioni militari, come ben spiegato stamani anche dal ministro Trenta in una intervista, è una prerogativa del Ministero della Difesa che utilizza le strutture tecnico-operative a questo preposte”.

SMD interviene sulle pianificazioni militari

“La pianificazione – proseguono le stesse fonti – è un atto di routine, è un nostro dovere farla ed aggiornarla in base alle evoluzioni del contesto operativo”.

Ma la richiesta, hanno spiegato sempre da SMD, rientra “nelle piene competenze del ministro della Difesa, specie se, come in questo caso, informazioni che giungono da oltreoceano suggeriscono di valutare ogni possibile evoluzione della missione, anche a tutela del personale impiegato in operazione”.

“Ricordiamo – concludono le stesse fonti – che, come avviene per tutte le missioni, è il Parlamento nel rispetto della sua centralità, a dover decidere l’impiego delle Forze Armate in base alle esigenze del Paese”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Autore