Presidenziali Ruanda, stravince Paul Kagame. Grazie ad un emendamento costituzionale al potere fino al 2034

Kigali. Dopo tantissimi anni al potere in Ruanda, il Presidente, Paul Kagame si è aggiudicato un terzo mandato con oltre il 98% dei voti (con l’80% delle schede scrutinate).

Paul Kagame, ancora una volta stravince le elezioni presidenziali del Ruanda

E’ stata anche una vittoria dei sondaggisti. Infatti, alla vigilia delle consultazioni, tenutesi ieri, le previsioni accreditavano il già due volte presidente di oltre il 90% dei suffragi.

Kagame coniuga l’autoritarismo e le capacità organizzative in politica come in economia, per questo non sembra avere rivali.

i suoi due sfidanti, Frank Habineza, leader del Partito democratico dei Verdi, unico schieramento di opposizione e Philippe Mpayimana, un ex giornalista candidato indipendente, si sono dimostrati molto deboli e quindi incapaci di prendere il posto del Presidente.

Tra le colpe che vengono attribuite agli sfidanti il modo di condurre la campagna elettorale, tanto che gli elettori già sapevano bene chi votare.

“Il giorno delle elezioni presidenziali sarà solo una formalità”, aveva affermato già in luglio scorso Kagame. Ora, forte dell’emendamento costituzionale fatto approvare nel 2015, potrebbe restare al potere fino al 2034.

Autore