Roma, la GdF individua e sequestra 145 chili di arbusti in un terreno sul Tevere

Roma. I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno scoperto, in un terreno lungo le sponde del fiume Tevere, una piantagione di cannabis, dove sono stati rinvenuti 154 chili di arbusti che avrebbero permesso l’estrazione di circa 70 chili di marijuana. Si tratta della quinta piantagione individuata dalla Guardia di Finanza nel giro di pochi mesi nella provincia di Roma.

Sequestrata una piantagione di cannabis lungo il Tevere

I “Baschi Verdi” del II Gruppo di Roma hanno individuato una folta piantagione di canapa indiana durante un pattugliamento serale lungo le sponde del fiume. Ad attirare l’attenzione dei Finanzieri l’intenso, caratteristico odore proveniente da un terreno completamente recintato e delimitato da una fitta siepe spontanea, con all’ingresso una telecamera, ben occultata, con sensore notturno.

I primi approfondimenti investigativi consentivano di scoprire che il terreno di circa 1.000 metri quadrati, sito nel Comune di Fiumicino e rientrante nel demanio fluviale, era stato nel 2006 oggetto di sequestro penale per reati ambientali ed il responsabile, divenuto irreperibile.

Organizzato un servizio di appostamento, all’alba del giorno seguente, i militari notavano una persona che, giunto in auto, si introduceva frettolosamente nel terreno, portando con sé arnesi da giardinaggio. All’atto dell’accesso, V.M., pluripregiudicato romano di 55 anni, era intento alla cura delle piante – in piena fioritura e con arbusti alti anche più di 2 metri – utilizzando un efficiente impianto d’irrigazione. All’interno dell’area erano presenti anche serbatoi per la raccolta dell’acqua piovana, un casotto dove sono state rinvenute altre piante in fase di essicazione, nonché un gabbiotto di guardiania con impianto di videoregistrazione, ove V.M deteneva anche un fucile a doppia canna con 42 cartucce calibro 20, forse utilizzato dallo stesso per la vigilanza armata della piantagione.

Le piante di cannabis, il terreno adibito a piantagione, il fucile con relativo munizionamento e gli attrezzi da giardinaggio sono stati sequestrati, mentre V.M. è stato arrestato per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti e per detenzione abusiva di arma da fuoco e condotto in carcere a Civitavecchia (Roma).

GUARDA IL VIDEO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore