Sicurezza stradale, a Roma la Polizia Locale registra oltre 1.100.000 infrazioni al Codice della Strada da gennaio a giugno scorso

Roma. La Polizia locale di Roma Capitale ha fatto un bilancio dei risultati ottenuti da gennaio a giugno scorso.

Questi i risultati: oltre 1.100.000 infrazioni al Codice della Strada con un aumento di circa il 10 % rispetto ai primi sei mesi del 2018.

In aumento le infrazioni al Codice della Strada a Roma

Dall’inizio dell’anno la Polizia Locale di Roma Capitale ha portato avanti un vasto piano di controlli su strada, attuando un potenziamento degli accertamenti per contrastare quelle condotte che, oltre a violare le norme,
in molti casi mettono a repentaglio la sicurezza e l’incolumità delle persone che percorrono ogni giorno le vie cittadine.

Nei primi sei mesi di quest’anno sono state migliaia le violazioni accertate dagli agenti grazie anche all’ausilio di strumenti tecnologici quale lo Street Control, che consente una rilevazione in tempo reale degli  illeciti, come quelli commessi da chi utilizza il veicolo in condizioni di dubbia efficienza, perché sprovvisto di assicurazione e di revisione obbligatoria.

Sono state poi 8.581 le infrazioni riscontrate da gennaio a giugno 2019, rispetto alle 6.547 rilevate nello stesso periodo dell’anno scorso.

I controlli dei Polizia Locale

Nel mirino della Polizia locale capitolina le verifiche e soprattutto i comportamenti non solo irregolari ma che rappresentano un pericolo per tutti gli utenti della strada, come l’utilizzo improprio del cellulare durante la guida (15.379 violazioni contestate – 8.851 nel 2018).

Sono stati poi rafforzati i controlli delle cosiddette “soste d’intralcio”.

Si tratta di più condotte scorrette che, oltre ad intralciare la regolare circolazione stradale, espongono a rischio i pedoni e le categorie più fragili (401.407 violazioni nel 2019 rispetto alle 286.287 del 2018).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore