Speciale 2 Giugno: la Festa degli Italiani, “Uniti per il Paese” (3° Fotoreportage)

Di Lia Pasqualina Stani

Roma. La “Rivista Militare” per la celebrazione del 72°anniversario della Repubblica dedica il 2°settore all’Esercito Italiano. Come tutte le altre Forze Armate, gli uomini e le donne dell’Esercito sono impegnati, di giorno e di notte, anche durante le festività per l’Operazione “Strade Sicure” in supporto alle Forze di Polizia. In via dei Fori Imperiali iniziano il passaggio i Gruppi Bandiera e le Uniformi storiche dell’Esercito.

Con sguardo fiero seguono gli allievi delle Scuole Militari “Nunziatella” di Napoli e “Teulliè” di Milano, tra i più antichi istituti di formazione militare di Italia e del mondo. Alla rassegna partecipano anche gli allievi dell’Accademia Militare e della Scuola Sottufficiali.

                                                Allievi della Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli

Il primo reparto dell’Esercito, il Reggimento Fanteria “Sicilia” con sede a Catania, sfila in uniforme da combattimento. Lo “Squadrone di Formazione” che segue è composto da personale dei Reggimenti Genova Cavalleria “Quarto” e Lancieri di Novara con i loro stendardi e le loro “lance”.

Non poteva mancare il Reggimento Artiglieria Pasubio, alle dipendenze della Brigata Garibaldi. La Compagnia del 2° Reggimento Genio Pontieri, indossa l’uniforme di servizio e di combattimento con salvagente individuale.  Mentre l’unica Unità di Forza speciale dell’Esercito è il 9° Reggimento d’assalto “Col Moschin, un reparto d’elité delle Forze Armate.

Suggestivo il passaggio dei Lancieri di Novara in rappresentanza dell’Esercito Italiano

Chiude sulle note dell’inno 33 “Valore Alpino” della storica Marcia d’ordinanza del Corpo, una batteria del 3°Reggimento Artiglieria da Montagna.

Dalla montagna al mare. In apertura del 3° settore dedicato alla Marina Militare Italiana, c’è il passaggio della Compagnia degli allievi della “Scuola Navale “Morosini”, degli allievi Marescialli della Scuola Sottufficiali di Taranto e degli ufficiali, futuri comandanti dell’Accademia di Livorno. Oltre ad una rappresentanza della Squadra Navale anche una Compagnia Rappresentativa di alcune specialità di Forza Armata. Con le rispettive tenute operative gli equipaggi delle unità, i Palombari, gli Incursori, i piloti dell’aviazione navale e gli specialisti di volo. Presenti anche le unità cinofile del 3° Reggimento Brigata Marina San Marco. Come corpo specialistico appartenente alla Marina Militare ha partecipato una Compagnia della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera.

Per la Marina Militare, con le rispettive tenute operative gli equipaggi delle unità, gli Incursori, i piloti dell’aviazione navale e gli specialisti di volo

LAeronautica Militare, prosegue la Rivista Militare nel 4° settore, tra gli applausi incessanti delle tribune, con gli allievi della Scuola Aeronautica di Firenze e di Pozzuoli (Napoli). Mentre provenienti dai Reparti dei vari Stormi le unità specialistiche e in coda allo schieramento i “Fucilieri dell’Aria”.

Per l’Aeronautica sfilano in via dei Fori Imperiali, Reparti dei vari Stormi ed unità specialistiche

L’Arma dei Carabinieri con la Compagnia degli Istituti di Formazione, la Scuola Ufficiali di Roma, la Scuola Marescialli Brigadieri di Firenze e della Legione Allievi Carabinieri, apre il quinto settore dedicato ad una Forza Armata. Numerose le unità della Compagnia composta da Carabinieri della “territoriale”, struttura portante dell’Arma necessaria nei rapporti col cittadino. La Compagnia rappresentativa dei Reparti Speciali vede sfilare Cinofili, il Raggruppamento Investigazioni scientifiche e gli Squadroni Eliportati Carabinieri Cacciatori.

                            Squadroni Eliportati Carabinieri Cacciatori – reparti speciali dell’Arma dei Carabinieri

Una Compagnia composta da personale della 2° Brigata Mobile comprende il 1° Reggimento Paracadutisti “Tuscania” ed il Gruppo di Intervento Speciale (GIS), reparti addestrati per pianificare e condurre operazioni militari e di polizia ad alto rischio.

Dal 6° al 7° settore ci sono tutti i rappresentanti di tutti i Corpi Militari ed Ausiliari dello Stato, tra cui Guardia di Finanza, una Compagnia del Corpo militare della Croce Rossa Italiana ed una Compagnia del Sovrano Militare Ordine di Malta. Il settimo settore comprende, infine, i Corpi Armati e non dello Stato tra cui Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Polizia Penitenziaria, Polizia Locale di Roma Capitale, un gruppo di volontari del Servizio Civile Nazionale, Compagnia di Volontari della CRI e la Protezione Civile.

Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in prossimità della Tribuna Presidenziale

A chiusura lo sfilamento della fanfara ed una compagnia del 1° Reggimento Bersaglieri, ed il suggestivo lancio di un paracadutista militare con un vessillo Tricolore di 400 metri quadrati.

                                                La Fanfara chiude lo sfilamento in via dei Fori Imperiali

Il presidente dell’ANCI, il Sindaco di Bari Antonio De Caro, e il primo cittadino più giovane d’Italia, Valentina Pontremoli, sindaco di Bardi (Parma) in rappresentanza degli oltre 8000 sindaci hanno consegnato un Tricolore al Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

 Il presidente dell’ANCI, il Sindaco di Bari Antonio De Caro, e il primo cittadino più giovane d’Italia, Valentina      Pontremoli, consegnano il Tricolore al Capo dello Stato

L’immancabile passaggio della Pattuglia Acrobatica Nazionale segna la chiusura dell’evento.

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Autore