Terrorismo, domani a Roma summit dei ministri della Difesa. Incontro della Pinotti con i colleghi statunitense e canadese

Roma. “Le relazioni tra Italia e Stati Uniti d’America sono eccellenti. L’intendimento è quello di rafforzare l’impegno comune per la difesa e la sicurezza internazionale”. Lo ha detto, oggi, il ministro della Difesa Roberta Pinotti incontrando il collega americano, Generale James Mattis, che si è svolto oggi al Ministero della Difesa.

La visita del ministro della Difesa Usa, Mattis con la collega italiana Roberta Pinotti

Nel corso della riunione sono stati discussi temi relativi alla situazione internazionale ed alla lotta al terrorismo – con particolare riferimento al Mediterraneo e alla lotta contro il DAESH , le relazioni bilaterali tra i due Paesi e nell’ambito dell’Alleanza Atlantica e la cooperazione industriale.

Mattis – in questi giorni in Europa per una serie di appuntamenti tra i quali la sesta riunione dei ministri della Difesa dedicata all’ISIS che si svolgerà domani a Roma, ha riconosciuto il ruolo importante dell’Italia nei principali teatri di crisi e nella lotta al terrorismo. Ha anche dato atto di come il nostro Paese, prima di altri, abbia individuato l’Africa ed il Mediterraneo come luogo di problematiche rischiose per l’Europa. Per queste ragioni la NATO ha avviato l’apertura di un “Hub” per la sicurezza nel Mediterraneo, collocandolo presso il JFC Naples.

Il nostro Paese si conferma tra i primi contributori alla sicurezza internazionale – sotto l’egida delle Nazioni Unite o dell’Alleanza atlantica oltre alle iniziative bilaterali o nell’ambito di coalizioni come quella anti -Daesh.

I due ministri hanno sottolineato la volontà di rafforzare le eccellenti relazioni bilaterali esistenti sia in termini operativi, di condivisione degli sforzi per la sicurezza internazionale e di dialogo politico-militare, sia nel settore della cooperazione industriale. Il Generale Mattis ha insistito molto sulla cooperazione tra i due Paesi, alleati di pari dignità.

Una sinergia che si concretizza anche nel settore della formazione: da anni la collaborazione svolta nel contesto del COESPU di Vicenza ha permesso di addestrare migliaia di unità di Polizia a favore dell’impegno delle Nazioni Unite nei principali teatri di crisi.

Successivamente, la titolare del Dicastero italiano ha incontrato il ministro della Difesa del Canada, Harjit Singh Sajjan, anch’egli nella Capitale per la riunione ministeriale anti Daesh di domani .

Il ministro della Difesa canadese,  Harjit Singh Sajjan

Durante l’incontro bilaterale i due ministri hanno auspicato l’incremento di ogni forma possibile di cooperazione sul piano addestrativo e, più in generale, il rafforzamento delle relazioni bilaterali esistenti tra i entrambi i Paesi in termini operativi, di condivisione degli sforzi per la sicurezza internazionale e di dialogo politico-militare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore