Terrorismo, gli Stati Uniti bloccano la fornitura di aiuti militari al Pakistan. L’accusa di Trump: aiutano i Talebani

Islamabad. Gli Stati Uniti non aiuteranno più il Pakistan nella lotta al terrorismo se Islamabad non prenderà “misure decisive” conrto gruppi terroristici come quelli dei Talebani che “destabilizzano la regione e minacciano il personale Usa”.

Milizie Talebane

Lo ha detto la portavoce del Dipartimento di Stato, Heather Nauert, nel corso di una conferenza stampa. I soldi diretti, dunque, al Pakistan saranno congelati. Si tratta di una somma cospicua: 255 milioni di dollari in aiuti militari.

La portavoce ha aggiunto che è vero che il Paese asiatico ha aiutato, in alcune occasioni, gli americani ma non ha poi proseguito sulla strada della lotta antiterroristica.

Le parole della rappresentante della diplomazia americana seguono quelle che il Presidente Donald Trump aveva scritto, lunedì scorso, su Twitter sostenendo che il Pakistan sta “mentendo ed ingannando”, mentre dà “rifugio ai terroristi”.

“Gli Stati Uniti – ha aggiunto Trump sempre sul social – hanno dato ingenuamente al Pakistan oltre 33 milioni di dollari in aiuti, nel corso di 15 anni. Ma ci hanno ingannato e mentito perchè hanno visto nei nostri leader degli sciocchi. Danno rifugio ai terroristi che noi combattiamo in Afghanistan”.

In particolare, Washington accusa Islamabad di aiutare la fazione Talebana di Red Haqqani, che colpisce militari afghani e americani. Chiaramente il Pakistan respinge le accuse.

Red Haqqani mostra la cartina dell’Afghanistan

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore