Libano, prosegue l’addestramento delle Forze Armate locali a cura degli istruttori del 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo”

Al Mansouri (Libano). Sotto la guida degli istruttori del 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo” (http://www.esercito.difesa.it/organizzazione/capo-di-sme/comando-forze-operative-nord/divisione-friuli/brigata-paracadutisti-folgore/183-reggimento-paracadutisti-nembo)  una ventina di graduati e sottufficiali delle Forze Armate Libanesi, hanno affrontato aspetti teorici e pratici relativi alle caratteristiche di impiego di armi individuali quali il fucile Colt M4 4 e la pistola Beretta PX Storm e sul rispetto delle norme di sicurezza e delle procedure tecniche di tiro dinamico ed operativo.

Un momento dell’addestramento delle Forze Armate libanesi

Con questo addestramento si è concluso il primo corso Weapon Handling and Shooting Techniques a favore delle Forze Armate Libanesi, tenuto dai peacekeepers inquadrati nel battaglione a guida italiana di ITALBATT, una Task Force di manovra, dislocata presso la base di Al Mansouri e siti operativi avanzati.
ITALBATT contribuisce con i Battle Groups delle altre nazioni al controllo della Blue Line e del territorio del sud del Libano in assistenza alle forze armate libanesi. Gli assetti di ITALBATT sono dotati di veicoli blindati, VTLM Lince e Blindo armata Centauro.

Si è concluso il primo corso Weapon Handling and Shooting Technique

Questi corsi sono molto importanti perché, oltre a garantire una maggiore preparazione dal punto di vista operativo, migliorando il livello addestrativo del personale militare, sulle tecniche e procedure finalizzate ad un uso pratico, sicuro e difensivo delle armi, rafforzano la sinergia tra i reparti della “Folgore” e le Forze Armate Libanesi che, nell’ambito della missione UNIFIL (https://www.difesa.it/OperazioniMilitari/op_intern_corso/UNIFIL/Pagine/ContributoNazionale.aspx), operano sempre in maniera congiunta e coordinata per mantenere le condizioni di stabilità nella delicata area del Sud del Paese.

L’addestramento congiunto fra i peacekeepers Italiani e le Forze Armate libanesi, oltre a rappresentare un aspetto fondamentale per poter operare al massimo delle capacità ed in sicurezza, rimane uno degli elementi più importanti della missione UNIFIL (United Nations Interim Force In Lebanon) (https://unifil.unmissions.org/about) per continuare a garantire la stabilità dell’area.

L’addestramento rimane uno degli elementi più importanti della missione UNIFIL

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore