Esercito: nuova operazione congiunta con le Forze di Polizia contro lo smaltimento illecito di rifiuti

Caserta. Nuova attività di controllo straordinario del territorio, nell’ambito dell’Operazione “Terra dei Fuochi”.

Un militare dell’Esercito presidia un’area sottoposta a controllo

Interessate le province di Napoli e Caserta, su disposizione dell’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania.

In campo 23 equipaggi, per un totale di 65 unità appartenenti al Raggruppamento Campania, al comando 21° Reggimento Genio “Guastatori” dell’Esercito, al Commissariato della Polizia di Stato di Casapesenna e Afragola, ai Carabinieri di Casal di Principe e Afragola, alla Guardia di Finanza di Aversa e Frattamaggiore, al ROAN della GdF di Napoli, alla Polizia Metropolitana di Napoli, alla Polizia Provinciale di Caserta, ai Carabinieri Forestale di Pietramelara e Napoli nonché alle Polizie Municipali dei Comuni di Afragola, Casapesenna e San Cipriano d’Aversa, Personale dell’Asl di Caserta e l’ARPAC di Caserta.

Sono state controllate 11 attività imprenditoriali e commerciali, di cui 4 sanzionate.

Quaranta persone sono state identificate, di cui 11 denunciati tra lavoratori irregolari e rei di illeciti ambientali.

Cinque gli autocarri controllati ed oltre 16mila 800 euro le sanzioni comminate.

Sono state sequestrate circa 2.300 metri quadrati.

Sono stati contesti i reati di  gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni nonché l’esercizio abusivo della professione.

In particolare, nel comune di San Cipriano d’Aversa (Caserta) è stata posta sotto sequestro un’area di 1.000 metri quadrati, in cui sono stati sversati oltre 1000 metri cubi di rifiuti edili.

L’area adibita a discarica, sequestrata

Il  titolare e altre due persone sono state denunciate per “stoccaggio non autorizzato e smaltimento illecito di rifiuti non speciali e deposito di rifiuti oltre i limiti temporali consentiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore