A Viterbo l’incontro dei sottufficiali del 62° corso in ricordo del trentennale

Viterbo. Nella caserma “Soccorso Saloni” che ospita la sede della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, nei giorni scorsi, c’è stato un incontro degli ex allievi Sottufficiali del 62° corso per la celebrazione del trentennale. Accolti dal Generale di Brigata Gabriele Toscani De Col, comandante dell’Istituto di formazione, gli ex allievi hanno avuto la possibilità di rivivere, per un giorno, i luoghi che li hanno visti protagonisti durante la frequenza del corso per diventare sottufficiali dell’Esercito Italiano.

Dopo la cerimonia dell’alzabandiera è stata deposta una corona di alloro al monumento dedicato ai sottufficiali caduti.

Un momento della cerimonia di deposizione della corona d’alloro ai sottufficiali caduti.

A seguire, un deferente saluto alla Bandiera d’Istituto, decorata di medaglia di bronzo al valore dell’Esercito e di medaglia d’argento al merito civile, la celebrazione della Santa Messa e infine la visita alle infrastrutture didattico-addestrative della Scuola.

I raduni degli ex allievi, che ciclicamente si tengono presso la caserma viterbese sono importanti perché qui sono stati condivisi esperienze, emozioni e sacrifici e testimoniano l’autenticità dei valori che da sempre hanno animato e guidato questi uomini.

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito ha il compito di formare marescialli comandanti di plotone e marescialli qualificati infermieri professionali. L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unita ad un programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede e in diverse aree addestrative sul territorio nazionale.

Autore