Aeronautica Militare: Open Day del 28 marzo 2023. Cento anni della Forza Armata

SIGONELLA. I primi 100 anni della costituzione dell’Aeronautica Militare sono stati celebrati, il 28 marzo 2023, con “open day” in tutte le basi della Forza Armata. Una grande occasione per raccontare la storia dell’Aeronautica Militare, farne conoscere i valori, gli ideali e le preziose capacità sempre al servizio della collettività e delle istituzioni.

Al Centenario organizzato presso l’aeroporto di Sigonella hanno preso parte autorità del territorio, ospiti, sodalizi e centinaia di studenti degli istituti del comprensorio con i loro accompagnatori, oltre al personale AM e delle altre realtà di Sigonella – sia italiane che straniere – con i loro familiari, amici e simpatizzanti della Forza Armata.

Open Day del 28 marzo 2023

Ad accogliere, per l’intera giornata, il gruppo organizzatore dell’evento, con alla guida del colonnello Emanuele di Francesco, Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella.

La giornata è stata organizzata dal Comando Aeroporto di Sigonella, in stretta collaborazione con il 41° Stormo Antisom, 11° Reparto Manutenzione Velivoli, 61° Gruppo Volo Predator, 304° Servizio Territoriale Demanio Infrastrutture, componente AM della NATO AGS Force.

L’evento ha avuto inizio con l’alzabandiera generale “sotto il vulcano”, nel piazzale bandiera dell’Aeroporto di Sigonella, con tutto il personale dipendente schierato, seguita dalla deposizione di una corona di alloro ai piedi del Monumento ai Caduti, dalla lettura dell’ordine del giorno del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica e degli altri messaggi augurali, compreso quello del Presidente della Repubblica.

A seguire, in hangar si è tenuta la Santa Messa presieduta dall’Arcivescovo di Catania Monsignor Luigi Renna e dall’Arcivescovo Emerito dell’Arcidiocesi di Bari-Bitonto Monsignor Francesco Cacucci, coadiuvati dal Cappellano Militare Don Paolo Solidoro.

Centenario Aeronautica Militare

Sul piazzale volo antistante la mostra statica di diversi velivoli militari, alcuni visitabili anche internamente, tra i quali il P-72A del 41° Stormo Antisom, il C-130 della 46^ Brigata Aerea di Pisa, F-2000 Eurofighter Typhoon del 37° Stormo di Trapani, il P8 dell’U.S. Navy, il Global Hawk dell’U.S. Air Force e un Global Hawk della NATO AGS Force, il MQ-1 Predator del 61° Gruppo Volo e un Antonov 28 del contingente Polacco al momento di stanza a Sigonella per l’operazione EUNAVFORMED Irini. Sullo medesimo piazzale la mostra statica di auto della Scuderia Ferrari Club San Giovanni la Punta, del Club auto storiche Z3 di Catania e del Catania Club Alfa Romeo, oltre alla presenza del club “Le Moto” di Gena.

Non potevano mancare il passaggio in volo del velivolo in dotazione al 41° Stormo, il pattugliatore marittimo P-72A, al rientro dall’attività del Centenario svolta a Roma dove aveva fatto parte della “formazione 100” e quella di due velivoli F-2000 Eurofighter Typhoon, in arrivo dal 37° Stormo di Trapani e già impegnati in una missione addestrativa.

Tra le altre attrazioni, la dimostrazione di capacità antincendio su velivoli, con mezzi e personale del Comando Aeroporto di Sigonella, l’esibizione dell’unità cinofila della Stazione Carabinieri per l’AM di Sigonella, con protagonista il pastore tedesco “Nero”, la presenza del Centro Rapaci ASSIF, con il falconiere Antonino Grillo, di una postazione dell’Associazione Radioamatori Italiani (ARI) sezione di Acireale, allestita con una stazione radio in HF che durante la giornata ha effettuato numerosi collegamenti radio con radioamatori di diverse nazioni anche extra-europee veicolando il messaggio della celebrazione dei cento anni della Forza Armata.

Un momento dell’evento

“Incantevole” è stata l’esibizione dell’artista Stefania Bruno: un racconto sulla storia dell’Aeronautica Militare con la tecnica di disegno sulla sabbia, partendo dall’aeroplano di Francesco Baracca, attraverso il raid Roma-Tokio, dal trasporto sanitario d’urgenza al velivolo P-72A, concludendo con la raffigurazione della Beata Vergine di Loreto, lo stemma e il logo del Centenario AM.

Con l’allestimento di maxischermi all’interno e all’esterno dell’hangar e nell’aula briefing della palazzina gruppi di volo, è stato possibile seguire la cerimonia nazionale del Centenario in collegamento da piazzale del Pincio a Roma, oltre alla proiezione di filmati a tema aeronautico durante l’intera giornata.

Ad arricchire il tutto, ambienti e spazi espositivi, materiale e automezzi a tema aeronautico, predisposti e illustrati dal personale dell’11° Reparto Manutenzione Velivoli e del 304° Servizio Infrastrutture e Demanio.

Non potevano non essere presenti le Associazioni Arma Aeronautica del Territorio, una delegazione del Calcio Catania con dirigenti e calciatori, l’Aeroclub di Catania, gli aeromodellisti dell’Associazione IPMS – International Plastic Modeller Association e una delegazione AIRC che, nel segno della solidarietà per l’iniziativa “Un dono dal cielo per AIRC”, accompagnerà tutte le iniziative legate alle celebrazioni del centenario della costituzione della Forza Armata.

Tra i graditi ospiti della giornata, il Sottotenente in congedo Melino Barbagallo, decano del 41° Stormo Antisom che lo scorso dicembre ha compiuto 101 anni. Festeggiato da tutto l’aeroporto, il decano è ancora molto affezionato allo Stormo dove, nel 2021, aveva già festeggiato il proprio 100esimo compleanno.

Open Day del 28 marzo 2023 per i cento anni dell’Aeronautica Militare

Alle celebrazioni hanno partecipato anche gli studenti e futuri cuochi dell’Istituto Professionale di Stato per i servizi enogastronomici e dell’ospitalità alberghiera “Karol Wojtyla” di Catania, preparando, sul posto, dolci tipici distribuiti a tutto il pubblico presente.

L’assistenza agli ospiti è stata assicurata da personale del Comando Aeroporto con il prezioso supporto volontario del Comitato Regionale della Croce Rossa Italiana, della Fraternità Misericordia di Acireale e del Corpo Militare ACISMOM.

Il significato della giornata del 28 marzo, quella del 100enario dell’Aeronautica Militare, si può riassumere nel discorso del Col. Di Francesco: “Oggi l’Aeronautica Militare apre le porte ai cittadini, con orgoglio e gioia, per rendere il giusto onore e merito al nostro passato, alla nostra storia e alle nostre tradizioni, per potervi dire chi siamo stati, per offrire valori e cultura aeronautica. Celebriamo insieme il nostro presente, per capire cosa rappresentiamo oggi, un’istituzione vicina ai cittadini, legata al territorio perché facente parte del territorio, un’istituzione italiana e ricca di italianità, modello positivo e affidabile del nostro Sistema Paese. Proveremo a comunicarvi cosa vediamo nel nostro domani, con la passione e la generosità di sempre, per ispirare le giovani generazioni verso nuove frontiere tecnologiche con un costante spirito di innovazione, in poche parole in volo verso il futuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore