Afghanistan: il contingente italiano del TAAC-W dona materiale tecnico e d’ufficio al Dipartimento per gli Affari Femminili di Herat

Herat. Il contingente italiano che fa parte della missione “Resolute Support”, attualmente guidato dalla 132^ Brigata corazzata “Ariete”, ha donato al Dipartimento per gli Affari Femminili (DoWA, Department of Woman Affairs) di Herat vario materiale informatico, tecnico e d’ufficio per sostenere e facilitare lo svolgimento delle attività istituzionali dell’ente.
La consegna è avvenuta nei giorni scorsi presso Camp Arena, sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W), alla presenza di alcune rappresentanti del DoWA, tra cui la direttrice, Anisa Sarwari, e del Comandante del TAAC-W, generale di brigata Enrico Barduani.

L’attività, organizzata e condotta dal personale della Cooperazione civile e militare del TAAC-W, si inquadra nell’ambito dei numerosi progetti di assistenza promossi dal contingente in termini di supporto alle istituzioni e alla società civile afgana. Nello specifico, la donazione in favore del DoWA di Herat rientra fra le attività a sostegno del ruolo delle donne nella società afgana, per le quali l’affermazione sociale e il riconoscimento professionale incontrano ancora notevoli difficoltà.

Il generale Barduani, nel suo discorso alla consegna, ha voluto sottolineare l’importanza del lavoro coraggiosamente svolto dal DoWA per il miglioramento della condizione femminile nella società afgana, ed ha espresso ammirazione per l’impegno profuso dal Dipartimento nei diversi progetti, con al centro la donna, promossi dall’istituto nella provincia di Herat.

La donazione

“Attraverso questo piccolo contributo che agevolerà lo svolgimento dei vostri gravosi compiti, ha affermato il Comandante del TAAC W, il contingente italiano vuole ulteriormente dimostrare la vicinanza e il sostegno alla popolazione afgana”.

La direttrice del DoWA, Anisa Sarwari, nel ricordare come il contingente italiano abbia costantemente sostenuto negli ultimi anni, con numerosi progetti, il ruolo delle donne afgane, ha ringraziato sentitamente per la preziosa donazione esprimendo riconoscenza per il supporto e l’assistenza che le Forze Armate italiane forniscono alle istituzioni del loro paese.

Il supporto alla popolazione, con particolare riferimento alle fasce più vulnerabili della società, è una delle attività che si affianca a quella principale di addestramento, consulenza e assistenza alle Forze di Sicurezza afghane, condotta dagli advisors italiani, per incrementare funzionalità e capacità di autosostenersi.

Il TAAC-W, Comando NATO a guida italiana, in cui operano uomini e donne dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica Militare, della Marina Militare e dell’Arma dei Carabinieri, è responsabile nell’ambito dell’operazione “Resolut Support” della parte occidentale dell’Afghanistan, che comprende le province di Herat, Badghis, Farah e Ghor, per un’estensione territoriale pari all’intero Nord Italia e una popolazione di circa quattro milioni di abitanti.

È composto da militari di 8 nazioni (Albania, Ungheria, Lituania, Romania, Slovenia, Ucraina, Stati Uniti d’America, oltre all’Italia) che operano con l’obiettivo di contribuire all’addestramento, all’assistenza e alla consulenza in favore delle Istituzione e delle Forze di Sicurezza afgane, impegnate nella creazione di adeguate condizioni di sicurezza e prosperità per la popolazione locale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore