Afghanistan: esercitazione di Personnel Recovery condotta dal TAAC-W. Impiegati assetti ad ala rotante, una squadra elitrasportata, personale JTAC e componenti sanitari e di sicurezza

Herat.  Il contingente italiano del Train Advise Assist Command West (TAAC-W) attualmente su base 132^ Brigata corazzata “Ariete” al comando del Generale di Brigata Enrico Barduani, ha condotto nei giorni scorsi, presso la base di Camp Arena, in Afghanistan, un’esercitazione di ricerca e salvataggio di personale disperso (Personnel Recovery) in ambiente diurno e condizioni non permissive.

Un momento dell’esercitazione di Personnel Recovery

All’attività hanno partecipato assetti ad ala rotante del Task Group “Fenice”, nel dettaglio due elicotteri da esplorazione e scorta AH-129D e due elicotteri multiruolo UH-90A, una squadra elitrasportata, specializzata nel Personnel Recovery, ed elementi JTAC (Joint Terminal Attack Controller), oltre alle necessarie componenti sanitaria e di sicurezza.

L’esercitazione, coordinata dalla sala operativa del TAAC-W, che si è avvalsa, per il monitoraggio delle diverse fasi dell’attività, del supporto fornito dal Tactical Unmanned Aerial Vehicle “Shadow-200”, si è sviluppata in una prima fase di pianificazione ed elaborazione speditiva degli ordini, e nella successiva fase condotta, culminata con il recupero di personale militare rimasto vittima di un incidente aereo simulato.

Elicotteri della Task Force Fenice in voio

L’attività ha consentito, inoltre, ai partecipanti di testare e affinare tecniche e procedure di Personnel Recovery in teatro operativo e valutare l’aderenza dei criteri d’intervento agli standard dottrinali.

Il Personnel Recovery è delle più importanti capacità a disposizione dei contingenti impiegati in operazioni e riunisce tutti gli assetti deputati al recupero e al reinserimento di personale rimasto per qualsiasi circostanza isolato in ambiente ostile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore