Capitaneria di Porto-Guardia Costiera: a Napoli detenuta una nave olandese. Contestate sanzioni per oltre 11 mila euro a società armatrice e comando di bordo

NAPOLI. Gli ispettori del “Nucleo Port State” della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Napoli hanno detenuto, nei giorni scorsi, una nave da carico battente bandiera olandese.

L’intervento della Guardia Costiera-Capitaneria di Porto di Napoli

L’attività di controllo si è svolta, come da procedure internazionali, in due fasi.

La prima fase ha visto l’esame docunentale Banca dati europea delle ispezioni (THETIS).

La seconda è stata eseguita a bordo, con il controllo dell’efficienza di attrezzature, dotazioni e prontezza
operativa dell’equipaggio.

A seguito delle verifiche effettuate sono emerse alcune carenze che hanno reso necessario emettere il provvedimento di fermo al quale sono tempestivamente seguiti  l’intervento degli organismi accreditati
dall’Olanda e quelli  atti a ripristinare  la piena operatività della nave.

Ad operazioni ultimate, in data odierna,  l’unità è stata soggetta ad una nuova ispezione, sempre a cura del Nucleo della Guardia Costiera, il cui buon esito ha consentito di revocare  il provvedimento di detenzione.

A seguito di quanto accertato sono state contestate sanzioni per oltre 11 mila euro a società armatrice e comando di bordo.

L’attività di controllo al naviglio estero che giunge nei porti italiani costituisce una delle prime linee di attività del Corpo delle Capitanerie di porto, già 5 le ispezioni effettuate a Napoli nel 2023 che hanno portato a 2 detenzioni

Il tutto rientra in un più ampio dispositivo internazionale che impone un severo regime ispettivo atto a garantire la piena efficienza delle unità, contribuendo così a prevenire eventuali problemi che potrebbero
compromettere la sicurezza della navigazione e l’ambiente marino e costiero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore