Carabinieri: a Vibo Valentia eseguite 11 misure cautelari per i reati legati al traffico e allo spaccio di droga. L’indagine è il prosieguo dell’Operazione “Maestrale-Carthago”

VIBO VALENTIA. I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Vibo Valentia, supportati dallo Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, dall’8° Nucleo Elicotteri e unità cinofile antidroga, hanno eseguito, oggi, un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Catanzaro su richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di 11 soggetti.

Sempre molto intensa l’attiivtà dei Carabinieri nel contrasto al traffico di droga

Il provvedimento è stato emesso sulla base della ritenuta sussistenza della gravità indiziaria in ordine al delitto di associazione finalizzata al trasporto, detenzione, vendita e cessione di ingenti quantitativi di cocaina, eroina, marijuana e hashish, nonché in ordine alla commissione di condotte di acquisto e cessione di sostanza stupefacente.

La complessa e impegnativa attività investigativa, condotta dai militari del Nucleo Investigativo, è la prosecuzione dell’Operazione “Maestrale-Carthago” e ha consentito di delineare (nella fase delle indagini preliminari che necessita della successiva verifica processuale nel contraddittorio con la difesa) il coinvolgimento, nell’associazione dedita al traffico di sostanze stupefacenti, di elementi di vertice delle articolazioni di ‘ndrangheta dei Locali di Mileto e Zungri, nonché i canali di approvvigionamento degli stupefacenti, con rotte provenienti anche dall’estero, in particolare, dall’Albania, nonché i canali di rivendita anche fuori dalla regione Calabria, quali quelli diretti verso la Sicilia.

Il procedimento per le ipotesi di reato è attualmente nella fase delle indagini preliminari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore