Carabinieri: la Scuola di Perfezionamento al Tiro compie 50 anni

Roma. La Scuola di Perfezionamento al Tiro dell’Arma dei Carabinieri, ha compiuto 50 anni.

Un’esercitazione al tiro dei Carabinieri

Costituita nel 1971 con lo scopo di formare gli istruttori di tiro e studiare le problematiche di settore, ricercando nuove tecniche di tiro più aderenti alla realtà operativa che in quegli anni era fortemente condizionata dall’esponenziale aumento di conflitti a fuoco ravvicinati da parte delle Forze di Polizia, con esponenti di organizzazioni criminali di natura terroristica.

Nel corso degli anni, la Scuola, oltre alle di sperimentazione, in materia di tecniche di tiro e sui materiali d’armamento ed equipaggiamento, ha fornito qualificati elementi dottrinali e tecnici, utili alle ridefinizioni dei modelli addestrativi, consentendo agli operatori e agli istruttori di raggiungere livelli elevati di preparazione professionale, sempre più aderenti alla continua evoluzione alla realtà.

Una fase di addestramento al tiro

Gli sforzi compiuti per fornire sempre soluzioni adeguate all’evolversi delle esigenze Istituzionali e alla molteplicità degli impegni addestrativi, si sono più recentemente concretizzati nell’addestramento dei dispositivi “first responders” antiterrorismo, del personale addetto ai servizi di protezione, di militari destinati in missioni fuori area, nonché in training missions, in favore di Paesi stranieri e organizzazioni internazionali, sia in Patria che all’Estero.

In ultimo, la Scuola è stata coinvolta nel progetto legislativo del Ministero dell’Interno, volto a dotare le Forze di Polizia di armi comuni ad impulso elettrico, partecipando alla stesura del manuale tecnico per l’impiego operativo della pistola “Taser X2”, per il successivo addestramento del personale.

La Scuola di Perfezionamento al Tiro, inoltre, ad integrazione degli assetti dell’organizzazione territoriale, concorre quotidianamente al pronto impiego su tutto il territorio nazionale dei tiratori scelti, in occasione di Grandi eventi e in caso di situazioni emergenziali.

Tiratori scelti dei Carabinieri

Al fine di valorizzare la ricorrenza, sono stati organizzati una serie di eventi e iniziative che hanno ripercorso la storia della Scuola in questi decenni.

Nel corso di convegno molto ampia è stata la partecipazione dei massimi esperti delle maggiori industrie del settore.

Si sono tenute gare di tiro alle quali hanno partecipato i Carabinieri di tutte le Organizzazioni dell’Arma.

Si è tenuta anche una mostra, allestita nei locali della Scuola, costituita dall’esposizione di documenti e materiali di equipaggiamento e armamento, in dotazione all’Istituto ed in ciclo logistico dal 1971 ad oggi.

Le celebrazioni si sono concluse, oggi, con una Cerimonia militare nel corso della quale il Comandante delle Scuola dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Adolfo Fischione, ha consegnato alla Scuola di Perfezionamento al tiro la Croce d’oro al Merito dell’Arma dei Carabinieri, tributata all’Istituto per i risultati di assoluto valore conseguiti in tutti i settori di specialità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore